Fotovoltaico a terra, Coldiretti contro l'indiscriminato consumo di suolo

Venerdì 10 Luglio 2020
L'impianto fotovoltaico a terra di Canaro
ROVIGO – Regole certe contro il consumo indiscriminato di suolo agricolo. A chiederle è il presidente di Coldiretti Rovigo, Carlo Salvan che ha commentato l’approvazione in Consiglio regionale del Ptrc, il Piano Territoriale Regionale di Coordinamento. Coldiretti Rovigo da tempo cerca di frenare la corsa al consumo sconsiderato del territorio, soprattutto quando vengono presi di mira gli agricoltori e le loro proprietà. Un'emergenza in certi casi con una perdita del 28% di terra coltivabile in circa venticinque anni a causa di un modello di sviluppo sbagliato. “Non intendiamo bocciare a priori la progettualità o la voglia di imprenditorialità che può nascere sul territorio – commenta Salvan –. Sappiamo che esistono misure che incentivano le energie pulite, le quali sono molto apprezzate anche da Coldiretti, ma in alcuni casi i progetti presentati alle amministrazioni locali sono veri “mostri” che deturpano la bellezza del paesaggio e rubano terra alle attività agricole. Crediamo che il suolo agricolo debba mantenere la sua natura e vocazione. Non condividiamo la necessità di essere sempre disponibili per ospitare determinati impianti o nuove progettualità. Si cerchi invece di rivalutare altri ambiti, a esempio quei siti che necessitano di bonifiche ambientali”. © RIPRODUZIONE RISERVATA