Lunedì 17 Giugno 2019, 12:00

Caso Sesa, cresce la preoccupazione degli agricoltori

PER APPROFONDIRE: compost, polesine, sesa
Caso Sesa, cresce la preoccupazione degli agricoltori

di Francesco Campi

ROVIGO - Il caso Sesa, al centro della dirompente inchiesta giornalistica di Fanpage, continua a tener banco anche in Polesine, dove vi sono centinaia di ettari riconducibili alla galassia societaria di Angelo Mandato, socio privato della spa che ha come socio di maggioranza il Comune di Este. «E' inutile nascondere la testa sotto la sabbia sottolinea la consigliera regionale Patrizia Bartelle di Italia In Comune, che insieme a Piero Ruzzante ha subito presentato un'interrogazione - se ci troviamo di fronte a casi simili è...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Caso Sesa, cresce la preoccupazione degli agricoltori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-20 13:22:34
... da quando l'agricoltore è morto sostituito dal prenditore agricolo e dall'agroindustria la terra ( tutta ) è diventata una discarica tossico nociva sotto gli occhi di tutti e l'interesse di poco.. un disastro ambientale irreversibile di portata biblico industriale.. unici innocenti gli animali ( se ancora ci sono ) contaminati e massacrati a loro insaputa.. cercate una averla in tutto il polesine ( ma pure padovano o mantovano cremonese ) e se la trovate fatene un monumento.. i criminali hanno nomi e cognomi e pure lauti conti in banca ( pac assistiti ).. basta ipocrisie la terra è cosa nostra e non di cosa nostra.. ora è tardi e la frittata ( alla diossina ) fatta.. amen