«C'è la salmonella nell'Adige»: ​vietato annaffiare frutta e verdura

PER APPROFONDIRE: adige, rovigo, salmonella
«C'è la salmonella nell'Adige»:  ​vietato annaffiare frutta e verdura
ROVIGO - È stata confermata dalle analisi del laboratorio Arpav di Venezia la presenza di salmonella nelle acque dell'Adige nei campioni di acqua prelevati il 30 agosto scorso a Rovigo, San Martino di Venezze e Rosolina. Tali superamenti - informa oggi l'Ulss 5 Polesana - sono stati comunicati ai sindaci dei Comuni interessati suggerendo in via cautelativa di emettere il divieto di irrigazione con le acque del fiume dei prodotti agricoli destinati ad essere consumati a crudo. In alternativa, dovranno essere utilizzate le metodiche per scorrimento e subirrigazione. Per frutta e verdura, come da buona prassi igienico-sanitaria, si ritiene necessario sensibilizzare la popolazione affinché prima del consumo vengano accuratamente lavati con acqua potabile.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 4 Settembre 2019, 19:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«C'è la salmonella nell'Adige»: ​vietato annaffiare frutta e verdura
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-09-05 10:05:49
Livelli di avvelenamento e inquinamento a livelli stratosferici
2019-09-05 14:16:26
e il riscaldamento globale dove lo metti? e le scie chimiche? e gli extraterrestri? e il finto attentato dell'undici settembre? e il governo conte?
2019-09-04 21:24:56
Se c'è la salmonella in Adige che è messo bene chissà cosa contiene l'acqua del Fratta-Gorzone intanto il consorzio di bonifica tace e alimenta molti canali con la sua acqua velenosa
2019-09-04 20:59:42
... nella cloaca quasi maxima l'unica cosa che manca è l'acqua per il resto c'è di tutto.. in realtà ci sarebbe di che stupirsi del contrario..
2019-09-04 20:11:57
Molti amanti del "bio" ignorano che l'alternativa agli "orribili" concimi chimici (che, come direbbe Bressanini sono sostanze chimiche "terminali" cui si riduce qualunque cosa, noi compresi) e' rappresentata dalle feci. In genere di animali (porcilaie, pollai, stalle ne sono la fonte) anche se in molti paesi non "avanzati" utilizzano anche quelle umane (non si butta niente). Le salmonelle e altri germi patogeni vi sono comunemente presenti e non e' che ci siano particolari controlli. Ma tanto e' "bio"