Rugby Rovigo: basta fango allo stadio "Battaglini", eseguiti i lavori al prato

Mercoledì 19 Febbraio 2020 di Ivan Malfatto
I lavori di sistemazione del prato allo stadio di rugby Battaglini di Rovigo

ROVIGO. Si sono conclusi i lavori di sistemazione del manto erboso e delo fondo dello stadio di rugby "Battaglini" di Rovigo per miglirarne la capacità drenante.

Il giorno dopo la vittoria 50-19 della FemiCz Rugby Rovigo sui Lyons Piacenza, al campo sono iniziati da parte della società e di espeti agronomi i lavori di sistemazione del prato. Provato a tal punto dal maltempo nelle settimane scorse da trasformarlo in un “tempio di fango” nella finale di Coppa Italia e in altre gare.

Domenica mattina un trattore e altre appositite attrezzature hanno iniziato a scavare solchi sul campo. «L’intervento - spiega il dg Rob erto Roversi - serve a tamponare la situazione fino al termine della stagione, quando bisognerà fare quello strutturale di rifacimento. Ora con alcune lame il terreno viene tagliato in senso longitudinale per rompere lo strato di sottofondo che fa da cuscinetto impermeabile e non consente il drenaggio. Si è andati in profondità di circa 30 centimetri e sono state realizzate delle canalette che serviranno a drenare l'acqua piovana. Con la sabbia poi, già portata al campo, saranno coperti i buchi. Il bel tempo di questi giorni dovrebbe far ricrescere naturalmente l’erba, ma sono state effettuate comunque delle semine mirate in diversi punti».

L'intervento è stato eseguito dall'azienda Vivai De Sero di Villadose gestita dall'ex giocatore rossoblù Filippo De Sero il quale ha messo a disposizione gratuitamente le attrezzature usate per la realizzazione dei lavori.

Questo dovrebbe consentire al “ Battaglini” di non essere più indecoroso, permettendo ai giocatori di sviluppare i propri piani di gioco e al pubblico di godere di un rugby per spettacolare. La verifica alla prossima gara casalinga con il Colorno sabato 7 marzo, alle ore 19 per evitare la concomitanza con Irlanda-Italia.L'importante è che il tempo regga, con giornate di sole come queste, per non vanificare il lavoro svolto.

A fine stagione servirà un intervento più strutturale al manto erboso. Trattandosi di manutenzione straordinaria, e non ordinaria come questo, dovreà realizzarlo il Comune, proprietario dell'impianto. 

Ultimo aggiornamento: 19:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci