Motocross in spiaggia, in arrivo per Natale un regalo speciale

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Enrico Garbin
Motocross in spiaggia

ROSOLINA - Con la cena sociale al ristorante Villa Momis di Cavarzere, il motoclub Rosolina Mare ha simbolicamente archiviato le ultime due stagioni, dato che l'anno scorso l'appuntamento era stato disdetto all'ultimo, per proiettarsi immediatamente sulla nuova stagione. Con un occhio alle prescrizioni in materia anticovid e le concomitanti prove di campionato che hanno impedito di avere ospiti piloti e rappresentanti dei team, l'evento non poteva replicare i numeri delle conviviali degli anni scorsi, quando si sono toccate anche le duecento presenze, ma è stato comunque un importante momento di ritrovo e di confronto che ha avviato portato la collaborazione con la nuova amministrazione rosolinese e con il team Liquimoly di Bologna, oltre a quella ormai consolidata con il motoclub Ariano Polesine.

GARE IN SPIAGGIA
«La gara di Supermarecross del 2020 è stato praticamente l'ultimo evento prima che scoppiasse la pandemia -ha ricordato il presidente del motoclub Rosolina Mara, Alessio Martinello- ed è grazie alle due gare che siamo riusciti ad organizzare nello scorso febbraio se il campionato 2021 ha raggiunto il numero minimo di prove per essere validato. Ci siamo assunti responsabilità che, col sostegno del Comune, dei vari enti e il lavoro dei nostri soci e volontari, hanno evitato che come altrove le gare venissero annullate. E ci ha dato soddisfazione non solo ricevere i complimenti per l'organizzazione in generale, ma anche vedere che tante soluzioni che abbiamo adottato siano state riprese su altre piste».

AUTORIZZAZIONI
Proprio sulle autorizzazioni attese per la realizzazione della pista sulla spiaggia di Rosolina Mare e sul fatto che rappresenti un veicolo promozionale per la località, il sindaco Michele Grossato, il vicesindaco Pako Massaro e l'assessore allo sport Stefano Gazzola hanno lanciato messaggi rassicuranti. E così pure il tecnico federale Alessandro Zanni. Prima di Natale il circuito dovrebbe essere pronto, così da garantire tre giorni di allenamento ai team, la tradizionale dimostrazione non competitiva della Ruspadina della Befana e le due gare di Supermarecross a febbraio che avranno valenza internazionale. Il tracciato dell'anno scorso sarà leggermente modificato per aggiustare le problematiche tecniche emerse nelle gare, ma intanto tra le tante richieste d'informazione già pervenute, spicca quella del team Red Bull Ktm Factory Racing. Cioè quello dell'appena ritirato -o forse no- pluricampione Tony Cairoli che lancerà nella Mx2 il promettente 19enne bassanese Mattia Guadagnini.
 

Ultimo aggiornamento: 10:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA