Spiagge, tutto pronto per una partenza in grande stile a Rosolina

Domenica 21 Giugno 2020 di Enrico Garbin
Spiagge, tutto pronto per una partenza in grande stile a Rosolina

ROSOLINA - A partire da oggi, l'arrivo di un anticiclone africano metterà fine all'instabilità e darà inizio all'estate. O meglio, darà vita ad uno scenario di prolungata stabilità in cui le temperature, e non solo, rientreranno nei parametri stagionali. Mentre a Rosolina Mare non si sono ancora sopite le polemiche per le previsioni meteo sbagliate che hanno tenuto lontani i bagnanti dalle spiagge nelle ultime due domeniche, parla Franco Zardini, responsabile dell'ufficio previsioni meteo Arpav di Teolo.

«Abbiamo davanti una situazione su cui convergono i vari modelli meteorologici e i margini d'errore sono ridotti -spiega - Non direi invece che, almeno per quanto ci riguarda, le previsioni relative a domenica scorsa siano state sbagliate. Ci aspettavamo instabilità con il rischio di forti temporali, come si è poi verificato nella pedemontana, a Pederobba o a Trebaseleghe. Per Rosolina Mare, avevamo previsto per domenica una situazione di variabilità, riassunta con i simboli di sole, nuvole e temporale. Ma domenica mattina avevamo tolto il simbolo del temporale, lasciando però scritto nel testo la possibilità che il fenomeno si verificasse nella pianura veneta in un contesto di instabilità». 

Il principale bollettino meteo di Arpav viene emesso alle 13, con due aggiornamenti rispettivamente alle 16 e poi alle 9 del giorno successivo. Le previsioni vengono costruite attraverso modelli meteorologici che partono da una situazione reale tenendo conto dei dati relativi a una serie di parametri quali l'umidità e pressione che vengono rilevati due volte al giorno - alle 00 e alla 12 ora di Greenwich - e poi incrociati con osservazioni in tempo reale da stazioni meteo al suolo, da satellite e radar, per prevedere l'evoluzione nel tempo.
MODELLI MATEMATICI
«Anche se vengono utilizzate equazioni matematiche e leggi fisiche -continua Zardini- basta un piccolo scarto nei dati di partenza per arrivare a previsioni diverse. Infatti, ci sono altri istituti o app che utilizzano modelli costruiti su dati rilevati alle 6 e alle 18 ed è possibile che non coincidano con le nostre previsioni perché il punto di partenza dell'osservazione è diverso. Poi, è più facile prevedere le piogge autunnali rispetto a quelle estive. Il formarsi di fenomeni temporaleschi richiede anche un innesco dato da fattori locali che danno vita a sbalzi. Anche in presenza di tutti gli elementi necessari a originare il temporale, se non c'è l'innesco perché cambiano i venti, il fenomeno può non concretizzarsi, verificarsi in orari diversi da quelli previsti o interessare una zona piuttosto che un'altra a pochi chilometri di distanza. Non è perciò possibile chiedere a una previsione meteorologica di centrare perfettamente la zona in cui si verificherà un temporale. Sono situazioni fortemente impredicibili. Nei casi in cui non c'è convergenza di bollettini diramati da istituti o app diverse, magari qualcuno ci può andare più vicino di altri senza però che, nel complesso si possano considerare sbagliate».
A Rosolina Mare, intanto, stabilimenti balneari e operatori turistici hanno iniziato a fornire non tanto previsioni meteo alternative, quanto osservazioni dirette dal campo che le integrano: webcam e video sui social in cui i turisti possono vedere com'è davvero la giornata e decidere se scendere in spiaggia o meno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA