Il Covid cambia le abitudini dei polesani folgorati dal commercio on-line con carte Postepay

Giovedì 21 Maggio 2020
ROVIGO - Il commercio on line affascina i polesani. In tempo di pandemia le consegne per acquisti fatti via web sono aumentate del 172%. Lo comunica Poste italiane che sigla anche un record tutto personale con 45mila nuove carte PostePay emesse.
Aprile è stato un mese dove tra Adige e Po i pacchi e-commerce consegnati sono quasi triplicati rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Un cambiamento rivoluzionario chde ha riguardato sì tutti’Italia, fino ad ora uno dei fanalini di coda in Europa nel commercio on-line, ma che evidenzia numeri estrememente interessanti proprio in Polesine. Il settore dei pacchi ha registrato una forte ascesa durante le settimane di lockdown, con una domanda che ha ricevuto un forte stimolo dovuto proprio agli acquisti e-commerce. 
Poste Italiane aveva da tempo abbracciato questa nuova via di sviluppo commerciale grazie alla propria capillarità e all’efficienza della rete distributiva, che può contare in tutta Italia su circa 27 mila portalettere, 33.500 mezzi e oltre 1.800 centri di distribuzione. Tra i settori maggiormente trainati dal commercio online ovviamente vi è quello alimentare, l’intrattenimento (+112%), la tecnologia (+64%) e gli accessori per la casa (+29%).
E poi salta agli occhi il dato tutto rodigino sul fronte dei pagamenti digitali: a Rovigo e provincia sono già state attivate nei primi mesi del 2020, 44.888 mila carte PostePay, utilizzate anche per gli acquisti online.
Per tutti i possessori di una carta PostePay è inoltre possibile scaricare la nuova App PostePay, grazie alla quale ricaricare la propria carta e tenere traccia dei movimenti e del saldo, pagare senza contante, fare bonifici o trasferire denaro, anche all’estero, fare rifornimento di carburante, pagare la sosta sulle strisce blu e acquistare il biglietto della metro direttamente dall’App. © RIPRODUZIONE RISERVATA