Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Inghiottito dal Po mentre pesca con gli amici: elicottero e sommozzatori in azione per le ricerche

Domenica 31 Luglio 2022 di F.C.
Il giovane si è inabissato nelle acque del fiume nella tarda serata di sabato
3

CANARO - Sommozzatori, gommoni e pilotine con ecoscandagli e anche un elicottero arrivato da Bologna: fervono le ricerche di un giovane che, ingannato dalla secca del Po, non ne ha valutato la pericolosità, tentando di attraversarlo a piedi e venendo inghiottito dalla corrente. È successo attorno alle 21.30 di sabato, 30 luglio, nel tratto che bagna Garofolo, a Canaro. Il giovane, un 27enne di origini romene ma residente a Mordano, in provincia di Bologna, era arrivato insieme ad altri due amici per una battuta di pesca in notturna sul fiume. Sono arrivati all'area attrezzata che si apre proprio sull'argine di Garofolo ed hanno iniziato a pescare. In quel punto c'è una grande spiaggia, che la siccità ha fatto crescere ancora e questo probabilmente ha fatto perdere la percezione dell'insidiosità del grande fiume.

Non è chiaro se il giovane abbia voluto tuffarsi per rinfrescarsi o se, come riferito dai suoi amici, si stesse muovendo con la sua canna per trovare un punto migliore per mettersi a pescare, fatto sta che improvvisamente si è inabissato e non è più riemerso. I suoi amici, dopo averlo vanamente cercato nel punto dove era scomparso, hanno poi lanciato l'allarme. E così, sul posto sono immediatamente accorsi i vigili del fuco di Rovigo, con il gruppo sommozzatori, e anche una squadra da Ferrara, oltre ad una pattuglia dei carabinieri. Le operazioni di ricerca del giovane sono proseguite per tutta la notte, setacciando il tratto del Po a valle fino a Polesella. Questa mattina si sono aggiunte nuove squadre, con un gommone ed altre imbarcazioni e anche un elicottero, con l'allestimento di un'unità di comando locale nell'area golenale dove si sono presentati anche il sindaco di Canaro Alberto Davì ed il vicesindaco Pierangelo Pavani. Al momento, però, del giovane nessuna traccia.

Ultimo aggiornamento: 1 Agosto, 17:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci