Perdona il marito ex pugile
violento: «Non c'è vita senza di lui»

PER APPROFONDIRE: brancalion, perdono, pugile, rovigo
Antonio e Daniela Brancalion

di Marco Scarazzatti

ROVIGO - Antonio Brancalion e la sua compagna Daniela hanno voluto raccontare al Gazzettino la vicenda che ha finito per segnare la vita di entrambi. Il 40enne pugile rodigino è infatti finito in carcere proprio in seguito alla denuncia alle forze dell'ordine presentata da Daniela (49 anni), che però ha voluto ritornare con il proprio uomo una volta che questi è uscito di galera. L’incontro con la coppia è avvenuto nell'abitazione del noto pugile polesano. Daniela per ora è rimasta a vivere con l'anziana madre. Lei lo aveva denunciato per stalking, violenza privata, minacce, percosse, danneggiamento e sequestro, facendolo finire in carcere.



«Mi sento un altro uomo. Quando sono uscito dal carcere è come se per me fosse iniziata una nuova vita. Sono quindi rinato. Su di me sono state dette e scritte tante cose, ma chi mi conosce veramente sa chi è Antonio. Dopo tutto il can can mediatico sono diventato ancora più popolare. A livello giuridico non voglio esprimermi, perchè tutto è in mano agli avvocati. Rovigo si è dimostrata una città bigotta, dove gran parte della gente vive solo per sparlare e farsi gli affari altrui. Personalmente quando torno a casa sono felice di vedere la mia compagna sorridere, anche se mi ha fatto tanto soffrire».



«Ho deciso di tornare assieme a lui perchè ho capito che non riuscivo a vivere senza Antonio. Abbiamo sbagliato entrambi e alla fine abbiamo pagato tutti e due le nostre colpe» ha detto Daniela.



Dettagli e approfondimenti sul Gazzettino di Rovigo in edicola o nell'edizione digitale cliccando qui
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 30 Settembre 2013, 10:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Perdona il marito ex pugile
violento: «Non c'è vita senza di lui»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti