Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rovigo perde una delle anime del tifo rossobù: un malore improvviso si porta via Corrado Marra

Venerdì 20 Maggio 2022
Corrado Marra aveva solo 52 anni

ROVIGO - Una morte improvvisa, che colpisce ancora il capoluogo polesano, perché a spegnersi nella sua casa, nel quartiere rodigino di San Bortolo, per cause naturali, probabilmente per un attacco cardiaco, è stato Corrado Marra, che aveva solo 52 anni e che era una delle anime del tifo rossoblù. Dopo aver giocato da ragazzo sia nella Monti che nelle giovanili della Rugby Rovigo, aveva sempre mantenuto viva la passione per la palla ovale. Sempre presente allo stadio e sempre molto attivo sui social, con un gruppo di discussione particolarmente seguito.

Dopo aver esultato per la vittoria all'ultimo tuffo in semifinale, era già pronto alla finale scudetto del 28 maggio, a Parma, contro gli storici avversari del Petrarca Padova. Lascia la moglie e due figlie gemelle, entrambe buone giocatrici di pallavolo, che seguiva ogni partita documentando tutto con le sue foto. A lui il saluto delle Posse, il gruppo del tifo organizzato della Rugby Rovigo, del quale è sempre stato parte attiva: «Da oggi, lassù in cielo i Bersaglieri hanno un tifoso in più. Riposa in pace Corrado, Rossoblù da sempre e per sempre».

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci