Morto il dj Jader Bernardi, lo straziante addio della figlia: «Papà ora fai ballare il paradiso»

Mercoledì 11 Agosto 2021 di Anna Nani
Jader Carlo Bernardi

PORTO TOLLE - Ieri, martedì 10 agosto, se n’è andato Jader Carlo Girardi, uno dei Dj più noti della provincia di Rovigo e non solo. Originario di Porto Tolle l’uomo che era nato nel 1970 si è arreso dopo una lunga malattia. Il suo nome e il suo cognome seguito da quelle due lettere, che sono acronimo di disc-jockey, erano note in tutto il Polesine e oltre. Jader Girardi Dj ha sempre fatto ballare tutti, ovunque: Black-out a Porto Tolle, Malibù a Rosolina, ma ancora selezionatore per Delta Radio. «Lui era al Black-Out e io al Party Club ma d’estate o condividevamo in giorni diversi la stessa consolle – ricorda Marco Pisetti, altro Dj di lungo corso -. Sono ancora incredulo».

IL RICORDO
Jader Girardi lascia due figli, Giada e Jacopo, di 21 e 15 anni, i genitori Carla e Arnaldo con il fratello Luca. Toccante il saluto della figlia: «Ciao Papà. Sai io non sono mai stata una persona forte, anzi direi il contrario. In questi anni purtroppo ne abbiamo passate tante, forse troppe, ma sai il tuo dolore era il mio, così ho deciso di trasformarlo in forza, quella forza che hai sempre avuto tu nell’affrontare le tante battaglie che la vita ti ha riservato. Non era di sicuro questo il momento, ma voglio continuare ad essere forte come lo sei stato tu, voglio immaginarti finalmente in piedi, voglio che tu possa correre su in cielo ma soprattutto voglio immaginare che tu sia finalmente libero e che stia bene. So che ci proteggerai e che ci indirizzerai sempre per la strada giusta. Ti ameremo e saremo immensamente orgogliosi di te per sempre. E mi raccomando fai ballare tutto il paradiso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA