Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Paese in lutto per la morte dell'ex sindaco Ignazio Achille Piva: quattro mesi fa era stato colpito da un ictus

Martedì 28 Giugno 2022 di Guido Fraccon
Ignazio Achille Piva è stato sindaco di Pettorazza Grimani

PETTORAZZA GRIMANI - Paese di Pettorazza Grimani in lutto per la scomparsa dell'ex sindaco, il geometra Ignazio Achille Piva. Nato nel 1948, Piva si è spento domenica pomeriggio, 26 giugno, dopo che, quattro mesi fa, era stato improvvisamente colpito da un ictus. Lascia la moglie Rosa e i figli Andrea, Elena, Roberto (storico capitano del Pettorazza) e Giacomo. Piva era subentrato alla guida della municipalità della Destra Adige, dopo le dimissioni dell'allora primo cittadino Carlo Pavanini, e aveva portato a termine la consiliatura nel quinquennio 1985- 1990. Aveva poi svolto il ruolo di sindaco dal 1990 al 1995, prima dell'elezione diretta. A nome della municipalità dei Grimani, il cordoglio per la sua scomparsa è stato espresso dal sindaco Gianluca Bernardinello.

Il suo libro inviato a papa Francesco

Devoto parrocchiano, tre anni fa Piva aveva realizzato un volume intitolato "Madonna delle Grazie di Papafava - 500 anni di storia (1519-2019)", un'opera ricca di memorie per ricordare non solo la genesi del dipinto intorno al quale è stato realizzato Il santuario della Madonna delle Grazie, ma la storia del territorio legato alle alterne vicende del fiume Adige e delle sue piene, delle genti che lo hanno vissuto e plasmato e le loro stupefacenti e innumerevoli testimonianze di fede dal 1519 a oggi. L'opera, era stata inviata, tramite la Diocesi di Chioggia, anche a Papa Francesco. L'autore nelle conclusioni del volume, sottolineava inoltre come il suo lavoro fosse stato fatto con impegno, senza la pretesa di essere uno scrittore, ma con il desiderio di fornire una testimonianza di fedele devoto. L'ex sindaco, che nel 2019 aveva corso per le elezioni amministrative del paese della destra Adige come candidato consigliere nella lista civica Pettorazza Viva ed Attiva, e che proponeva come candidato sindaco Francesca Capuzzo, in alternativa all'attuale primo cittadino Gianluca Bernardinello, era nato, infatti, e viveva ancora a Pettorazza Papafava. Il santuario della Madonna delle Grazie ha rappresentato il fulcro della sua vita, il luogo dove si era sposato e dove aveva battezzato i suoi figli. Proprio nel santuario saranno celebrate le sue esequie domani alle 10.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci