Mercoledì 15 Maggio 2019, 22:23

Sfrecciano i bolidi della Mille Miglia: vigili in agguato con l'autovelox

Il passaggio delle auto d'epoca ieri pomeriggio a Occhiobello
ROVIGO - Il meteo ha avuto un occhio di riguardo per la Mille Miglia. La carovana di auto d’epoca ha preso regolarmente il via da Brescia ieri ed è arrivata in Polesine in tardo pomeriggio quando la pioggia ha concesso una tregua. Non altrettanto la polizia municipale di Gaiba che si è posizionata con tanto di autovelox sull’Eridania poco prima del passaggio della corsa. Disagi legati soprattutto alle modifiche alla viabilità nei comuni attraversati dalla manifestazione; a Occhiobello, il divieto di transito fino al confine con Stienta è scattato alle 15 (e fino alle 23.30). Tanti gli appassionati arrivati per godersi il passaggio delle vecchie signore dirette a Ferrara in questa prima tappa. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sfrecciano i bolidi della Mille Miglia: vigili in agguato con l'autovelox
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-05-17 07:27:42
Che porcheria sti agguati .. cassaa!! e' una manifestazione autorizzata e si mettono col velox.. penoso
2019-05-16 19:49:09
dimostrazione di immensa demenza: si organizza una gara con auto storiche, si chiudono le strade per fa passare solo loro e si multano con l'autovelox. E' imbarazzante il solo fatto di averlo pensato. Ignoranti (nel senso che ignorano i dettami del loro lavoro). Io credo ci debba essere un provvedimento, mi chiedo, adesso li licenziamo questi geni della municipale di Gaiba?
2019-05-16 10:33:29
Una ghiotta occasione per fare cassa!!! Poi non lamentiamoci se il prossimo anno gli iscritti (che portano ricchezza nel nostro paese e fanno praticamente uno spettacolo gratis per tutta italia) non tornano.
2019-05-16 09:39:33
proprio dei geni.
2019-05-16 08:29:30
bene ma non scrivete "agguato" perché il codice prevede che i controlli non debbano essere svolti con procedure assimilabili ad un vero e proprio "agguato"...