Bonus residenti. Mille euro alle famiglie che si trasferiscono a Badia: bando per attrarre residenti

Lunedì 11 Ottobre 2021 di Federico Rossi
Chiesa e municipio di Badia Polesine
1

BADIA POLESINE - L'amministrazione rilancia il bonus residenti. La giunta guidata dal sindaco Giovanni Rossi ha confermato anche per il 2021 l'iniziativa inaugurata l'anno scorso per provare a contrastare il calo degli abitanti e attrarre nuove coppie in città. Il programma di Sostegno all'insediamento di nuovi residenti nel Comune di Badia offrirà nuovamente un contributo di mille euro a dodici nuovi nuclei familiari che hanno scelto il centro altopolesano nel corso dell'anno. La domanda, sulla falsariga del bando lanciato l'anno scorso, andrà presentata su apposito modulo entro il 31 dicembre. Gli interessati dovranno indicare la composizione del proprio nucleo familiare e se l'immobile di residenza è in proprietà o in locazione, precisandone la durata in quanto, qualora ci fossero più domande, sarà stilata una graduatoria che darà precedenza al richiedente in immobile di proprietà.bVerranno poi considerati altri requisiti come la numerosità del nucleo familiare e il fatto di essere già residenti in Veneto. In caso di parità, spazio al più giovane ed eventualmente verrà presa in esame la data di iscrizione all'anagrafe della popolazione residente. Il beneficiario, in sede di domanda, dovrà infine dichiarare la restituzione del contributo percepito in caso di spostamento in un altro Comune prima che sia trascorso un anno dalla data di iscrizione.

 
IMPOVERIMENTO DEMOGRAFICO

«In molti centri il numero delle nascite risulta assai inferiore ai decessi e i giovani tendono a spostarsi verso le grandi città scrive la giunta - Badia non ha subito negli ultimi anni un considerevole impoverimento demografico, ma il progressivo invecchiamento della popolazione attiva e la riduzione delle nascite potrebbero mettere a rischio, in futuro, la permanenza di servizi indispensabili, specie in ambito scolastico e socio-sanitario. Spesso è lo Stato centrale che interviene stanziando fondi per riqualificare i piccoli comuni, ma si tratta quasi sempre di finanziamenti scarsamente incisivi e destinati a zone economicamente poco sviluppate: per questo diventano fondamentali le iniziative delle singole amministrazioni, che sanno garantire le peculiarità specifiche della propria comunità, difenderle e valorizzarle. Il Comune ha deciso di approvare un contributo a favore delle famiglie che stabiliscono a Badia la residenza nel corso del 2021, con l'obiettivo di favorire l'inserimento nel tessuto sociale di nuovi nuclei abitativi». 

I due unici abitanti della borgata del Corlo: «Noi, dimenticati dal nostro Comune»


L'anno scorso erano giunte in Municipio 60 domande. Dopo l'esame delle richieste erano state assegnate card da mille euro ai 12 assegnatari. Il tema del calo demografico, inoltre, ha fatto capolino più volte in consiglio comunale con minoranza e maggioranza a confrontarsi sulle misure da adottare per arginare la discesa sotto i 10mila abitanti. 


 

Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA