Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Marta, la regina del beach volley: una nuova stagione d'oro alla soglia dei 32 anni

Domenica 14 Agosto 2022 di Anna Nani
Marta Menegatti

ARIANO NEL POLESINE - La giocatrice di beachvolley italiana più forte di tutti i tempi è di Ariano nel Polesine. Marta Menegatti, che martedì 16 agosto compirà 32 anni, di cui 13 trascorsi ad essere la stella polare del movimento Tricolore che ha portato ovunque il nome di Ariano. Una vita fatta di dedizione e impegno alternati ad un innegabile talento difensivo che la vede tra le migliori giocatrici in quel ruolo. È la mamma Cinzia Avanzi (discendente di quella famiglia che ha legato a doppio filo il suo nome allo sport in ogni sua forma: boxe, calcio e, ovviamente, volley) a raccontare quando ha cominciato a giocare a pallavolo: «Aveva nove anni quando ha iniziato a muovere i primi passi con la Virtus Taglio di Po allenata dal professor Luciano Zanella».

PROFESSOR ZANELLA
Un nome che ritorna spesso, un altro arianese doc, scomparso nel 2014, che da insegnante di educazione fisica divenne uno dei migliori allenatori sulla piazza permettendo a talenti come quello di Marta, ma anche di quel pilastro che è stato Vigor Bovolenta, di crescere e comprendere le proprie potenzialità. Dopo l'esperienza alla Virtus la polesana si spostò per un anno nel Ferrarese a Jolanda di Savoia dove giocava la zia Silvia Avanzi e dove ad allenarla c'era proprio mamma Cinzia. Anche il papà, Maurizio Menegatti è un allenatore di calcio e il fratello minore Pietro, un ottimo portiere, milita in serie D col Ravenna. «Con il gancio di mia sorella siamo andati a fare un provino alla Teodora di Ravenna e l'hanno presa continua il racconto la madre -. Dai 14 anni fino alla maturità Marta è rimasta a Ravenna alternando l'esperienza in indoor nella stagione invernale al beachvolley nella stagione estiva. Dopo 5 anni ha praticato solo sulla sabbia».

IL CAMBIAMENTO
A 19 anni la vita di Menegatti è cambiata ancora una volta entrando nel Club dell'Aeronautica Militare, vincendo il Campionato europeo Under 20 di beachvolley a Kos, Grecia e conquistando un argento ai Mondiali Under19 e Under 23. Il primo podio nel World Tour arrivò in coppia con Valeria Rosso un anno dopo nell'Open di Phuket, Thailandia, centrando un argento storico per il movimento italiano, bel presagio del fatto che la ragazza avrebbe dato grandi soddisfazioni. E infatti: in coppia con Greta Cicolari ha inanellato nel 2011 il primo posto al Campionato Europeo di Kristiansand e un quinto posto alla sua prima partecipazione olimpica a Londra 2012. Nel 2013 l'incantesimo si è spezzato ed ha iniziato a giocare con Viktoria Orsi Toth: tanto lavoro e tanta fatica rimanendo sempre tra le migliori coppie del circuito internazionale hanno fatto sì che per la prima volta una coppia italiana salisse sul gradino più alto del podio di una tappa del World Tour, a Sochi, in Russia. Per Marta arrivò la seconda volta delle Olimpiadi, ma alla vigilia dell'esordio la partner venne fermata per doping (Toth sarà poi squalificata) costringendola a giocare con Laura Giombini e ad accontentarsi di un nono posto a Rio 2016. Nuovo cambio di compagna nel 2017 con la Federazione decise di affiancarle l'italo-americana Rebecca Becky Perry, un'accoppiata da dimenticare. Menegatti giocò la prima parte della stagione 2018 con Giombini, mentre a luglio tornò la premiata ditta Marta-Viki che in poco portò a casa il secondo oro al World Tour nella tappa di Agadir, Marocco che aprì la corsa alla terza partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, dove, però, non riuscirono a qualificarsi per i turni ad eliminazione diretta. Nel mezzo per l'arianese tante altre medaglie con le varie compagne: 7 di argento e 7 di bronzo. Non solo è stata incoronata regina d'Italia vincendo ben 5 volte lo Scudetto con 3 compagne diverse: una volta con Cicolari, tre con la Toth e una con Giombini.

NUOVA COMPAGNA
Ora per Marta, che si ritrova un bagaglio di esperienza e più matura, è iniziata una nuova stagione dell'oro con Valentina Gottardi, 19 anni, la sua stessa età quando ha esordito. Da ottobre hanno già portato a casa la Coppa Italia a Bellaria-Igea Marina, l'oro in una tappa Gold del Campionato Italiano a Termoli, un quinto posto al Mondiale di Roma, e tre medaglie (due argenti: uno a Madrid e uno a Lecce e un bronzo ad Agadir) in quattro partecipazioni al World Tour. Ora ad attenderle un torneo Pro Tour Elite 16 e il Campionato Europeo di Monaco. «È arrivato il bello della stagione - ha detto a Termoli Menegatti -. Veniamo da ottimi risultati. Siamo pronte ad affrontare questi prossimi appuntamenti».

 

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci