Mamma preoccupata chiama l'ospedale: l'infermiera la insulta

PER APPROFONDIRE: adria, infermiera, insulti, mamma
Mamma preoccupata chiama  l'ospedale: l'infermiera la insulta

di Guido Fraccon

ADRIA - Il reparto di pediatria dell'ospedale ancora al centro di polemiche. A scatenare la vicenda un'infermiera di ostetricia che sembra abbia apostrofato con un termine più pesante del semplice rompiscatole una mamma preoccupata della salute del suo piccolo. 

A portare a galla l'episodio che si è verificato lunedì è stato il nonno del piccolo. «Protesto per il comportamento irrispettoso e non professionale di un'infermiera di Pediatria verso mia figlia - ha spiegato -. Mio nipote che ha 2 anni e mezzo, da qualche giorno aveva febbre alta e non mangiava né beveva. Domenica perciò il bambino è stato portato al Pronto Soccorso ed è stato ricoverato in Pediatria. Lì una dottoressa l'ha visitato e ha prescritto le cure del caso. È stato tenuto in osservazione fino a lunedì mattina quando è stato dimesso nonostante la febbre fosse ancora attorno ai 39. A casa, però, pur con la terapia, la febbre è salita fino ai 40 - ha aggiunto l'uomo -. Mia figlia allora ha telefonato in reparto chiedendo di poter parlare con il medico per un consulto». A quel punto si sarebbe verificato l'episodio increscioso: «Ha risposto un'infermiera che le ha passato una collega - ha specificato il nonno -. Questa, senza curarsi di non farsi sentire, ha esclamato: Dottore, c'è la mamma del bambino dimesso stamattina che rompe i .... La telefonata era in viva voce e abbiamo sentito la conversazione anch'io e mia moglie. Siamo rimasti allibiti. Volevamo riferire l'accaduto al direttore generale ma abbiamo evitato per lo stato di nostro nipote»...



 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Maggio 2018, 14:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mamma preoccupata chiama l'ospedale: l'infermiera la insulta
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 36 commenti presenti
2018-05-12 06:13:57
Sono allibito. Il bambino aveva 39 di febbre ed è stato dimesso ? Io avrei chiamato i carabinieri come minimo
2018-05-11 23:08:16
come sta il bambino ?????????????
2018-05-11 21:09:53
@ Nicola B. : la gratuita' delle cure fa si che l'utente pensi che il servizio non sia efficiente . Comunque provi a presentarsi povero , nero o ispanico in un ospedale USA : non la fanno nemmeno entrare . Qui al massimo pensano ad alta voce che sia un rompi... ma poi ti curano a prescindere .
2018-05-11 10:58:53
io porto sempre ad esempio gli USA (purtroppo) ... li la sanità sarà a pagamento (assicurativo) (anche qui veramente, sotto forma di forti tasse) ma episodi del genere portano al licenziamento immediato.
2018-05-11 10:55:14
Anche se sono piturnie , bisogna ascoltare.Infatti il personale di assitenza , non chiede mai visite o consigli di straforo ai medici che li attorniano, senza passare per il medico di base e la debita impegnativa??Si ricodano sempre dichiamare tutti i pazienti inl ista per appuntamenti? "Non preoccupatevi, sarete avvisati in tempo, non fate telefonate extra che ci intasate"Poi quand oci scappa la distrazione o dimenticanza..vallo a sapere chi non ha spuntato, chi ha sbagliato a comporre numero, chi ha fatto confusione tra omonimie senza controllare data di nascita ,chi ha lasciatoun acartellafuori dal plico, errori materiali "banali".