Lendinara, la piastra sportiva inutilizzata diventa campo da padel

Martedì 19 Ottobre 2021 di Ilaria Bellucco
Un campo coperto per il padel, i racchettoni

LENDINARA - L’offerta degli impianti sportivi cittadini potrebbe arricchirsi con il “padel”, ovvero i racchettoni. Lo sport di derivazione tennistica che conta un numero crescente di appassionati potrebbe infatti essere la via per dare nuova vita alla piattaforma sportiva polivalente accanto al palazzetto dello sport, per la quale si sono fatti avanti dei soggetti privati. La piastra è inagibile da anni, praticamente mai utilizzata dalla sua realizzazione piuttosto recente, per via di forti difetti nella pavimentazione, che in alcune zone è sollevata e in altre presenta avvallamenti, e priva di spogliatoi e servizi igienici. Pensando a un suo possibile riutilizzo, nella scorsa primavera la Giunta ha deciso di diramare un avviso pubblico per raccogliere possibili manifestazioni d’interesse da parte di privati intenzionati a gestirla, sia per evitare che resti in stato di abbandono, sia perché l’ente non avrebbe la possibilità di gestirla con personale proprio per garantirne l’apertura e quindi la possibilità di utilizzo.
AREA INUTILIZZATA
Il gestore dovrà fare a proprie spese dei lavori di ammodernamento per ripristinare le migliori condizioni d’uso e di sicurezza pubblica, farsi carico di apertura, chiusura, sorveglianza e custodia e di una serie di altre incombenze tra cui manutenzione, pulizia e diserbatura. Sarà tenuto a realizzare dei piani di utilizzo della piastra, dando particolare attenzione a scuole, giovani, anziani e categorie svantaggiate. Agli uffici comunali è arrivata una sola richiesta, presentata da Gianluca Piccolo e Nico Massaro che propongono di sistemare a proprie spese la piastra esistente e realizzarvi due campi da padel, un particolare tipo di tennis nato in Argentina che ora è in voga, con annessi spogliatoi per poi gestire la struttura per vent’anni. Una proposta di utilizzo approvata dalla Giunta, che ritiene la proposta di interesse locale e rispondente alle finalità dell’Amministrazione. 
Col provvedimento, sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Gino Zatta, la Giunta demanda al competente ufficio comunale l’affidamento in concessione della gestione della piastra polivalente comunale e il compito di definire, approvare e sottoscrivere la convenzione col soggetto privato per la realizzazione dei campi da padel e la gestione delle attività. «Si tratta di un atto propedeutico che consente ai possibili gestori di eseguire dei carotaggi sull’attuale sottofondo, sollevato e avallato in tutta la superficie, per capire che tipo di materiale vi è stato depositato – precisa Zatta -. A seconda dei risultati dell’analisi e degli eventuali costi di smaltimento i gestori scioglieranno la riserva, si costituiranno in associazione sportiva e firmeranno la convenzione».
PROGETTO DI RIORDINO
La riqualificazione e il riutilizzo della piastra polivalente rientra nell’ambizioso progetto del “Parco dello sport”, che prevede interventi di completamento, riqualificazione e riordino degli impianti sportivi comunali tra via Perolari e via Dalla Chiesa. In attesa di poter portare avanti gli interventi maggiori, collegati anche al recupero dell’ex ospedale con l’Ulss 5, l’ente locale prosegue l’opera di miglioramento del palazzetto dello sport (che dalla scorsa primavera è adibito a centro vaccinale) migliorandone l’acustica con pannelli fonoassorbenti e cerca contributi regionali per il progetto da 64mila euro mirato a migliorare gli impianti di illuminazione dei campi di via Perolari. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA