Lavoratori in nero per raccogliere le fragole: blitz dell'Ispettorato nei campi

Martedì 23 Maggio 2017 di Francesco Campi
Lavoratori in nero per raccogliere le fragole: blitz dell'Ispettorato nei campi
ROVIGO - Questa volta sono le fragole: a ogni stagione i suoi frutti e i suoi lavoratori in nero. I blitz per verificare le irregolarità nell'impiego della manodopera nelle campagne del Polesine, infatti, stanno continuando anche in questi giorni e proprio la settimana scorsa vi sono stati una serie di controlli serrati che hanno visto ben sette aziende ortofrutticole a Rovigo e nei comuni limitrofi passate al setaccio.

In una, con sede proprio sul territorio del capoluogo, gli uomini dell'Ispettorato territoriale del lavoro di Ferrara e Rovigo, insieme ai carabinieri dello specifico Nucleo, hanno trovato, chini sulle piantine di fragole a raccoglierne i frutti, ben sei operai completamenti privi di contratto. Per il titolare dell'azienda sono così scattate le pesanti sanzioni pecuniarie previste dalla legge, inasprite dai recenti aggiornamenti normativi in materia. Non sono passate indenni dai controlli nemmeno le altre imprese agricole, dove sono state riscontrate violazioni in materia di prevenzione e in particolare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro. «Le ispezioni - fa presente Maurizio Tedeschi, che guida l'Ispettorato - rientrano nella vasta e costante attività di contrasto al fenomeno del caporalato e del lavoro nero in agricoltura, e sono frutto di una puntuale attività di intelligence che parte dall'attento controllo del territorio provinciale con monitoraggio costante, anche a mezzo della geolocalizzazione dei fondi agricoli e delle colture praticate».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci