Cortei, banchetti e cospirazioni: ecco come'era l'Italia ai tempi dei Carbonari

Venerdì 8 Ottobre 2021 di Marco Scarazzatti
Il corteo in costume d'epoca per le vie di Fratta Polesine nelle "Giornate della Carboneria"

FRATTA POLESINE - La 20ª edizione delle Giornate della Carboneria, in corso a Fratta, vivrà un secondo intenso fine settimana. Stasera e domani, alle 20.30, nel salone d’onore di villa Monti Avezzù Pignatelli, si svolgerà il banchetto carbonaro, cena di gala con drammatizzazione degli eventi avvenuti nel novembre 1818. Domenica alle 15, il centro storico frattense, rivivrà la rievocazione storica “La Festa di San Martino nella Fratta austriaca del 1818”, con quadri e figuranti in costume. Nel frattempo si sono svolti i primi due eventi: al Libraccio di Rovigo la presentazione del libro “Storia della carboneria attraverso i suoi libri più significativi”, a cura di Luigi Contegiacomo, cui ha fatto seguito la recita in costume dell’epoca, di alcuni attori guidati da Adriano e Selene Farinelli. Domenica scorsa poi è stata la volta delle visite guidate tematiche, per le ville dei carbonari, con personaggi in costume.

INATTESO SUCCESSO

«Ci siamo goduti un inatteso successo - afferma Selene Farinelli - Questo percorso guidato in costume è nato come un esperimento, per aggiungere alla manifestazione un tocco di novità. Non ci aspettavamo tanto riscontro e una simile affluenza di visitatori da fuori provincia. Dopo lo stop dello scorso anno, a cui siamo stati tutti costretti, ritrovare tanta partecipazione dà a questa ventesima edizione uno slancio notevole. Perciò grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso Fratta più bella. Ben 40 le adesioni all’itinerario carbonaro di domenica». 
Tre le tappe del percorso una davanti al monumento dei Martiri, una in villa Avezzù e una al museo etnografico Il Manegium, dove sono state fatte delle letture relative agli interrogatori. A seguire visita della nuova mostra sulla Carboneria preparata dai volontari del Manegium. Domani mattina alle 9 è inoltre in programma l’iniziativa “Studenti ciceroni per un giorno”, che vede i ragazzi delle due classi di terza media, impegnati nel progetto di far conoscere ai propri coetanei, quella che è la storia della cittadina medio polesana. 

I BAMBINI PROTAGONISTI

Questi i ragazzi protagonisti delle visite guidate di sabato mattina: per la classe III A, Giovanni Balestra, Nicola Bertaglia, William Fei, Sabrina Liu, Alessia Modena, Alceo Montagnolo, Antoni Osiashvili, Camilla Prando, Irene Previato, Lorenzo Rizzi, Noemi Secchieri, Tommaso Tadiello, Aurora Tasso; per la classe III B, Sara Besagggio, Chiara Boniolo, Linda Campion, Tommaso Cipriani, Lorenzo De Negri, Gabriele Fratello, Anna Previato, Elia Sicchiero, Achille Tasso, Alessia Tasso, Alessio Uliari, Tommaso Veronese, Ivan Zambello, Eleonora Zambon. Acconto a loro gli insegnanti Monica Zanirato, Franco Matteo, Armellin Elisabetta. 
Alle 17, in municipio presentazione del libro “Alla periferia dell’impero (1812-1821)” di Maria Lodovica Mutterle e Maurizio Romanato, che raccontano il viaggio di Francesco I a Rovigo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA