Maggioranza divisa sul nuovo Tribunale e il sindaco battuto in consiglio si dimette

Venerdì 30 Aprile 2021
Il sindaco Edoardo Gaffeo

ROVIGO - Il sindaco Edoardo Gaffeo si è dimesso dopo che nella notte la mozione da lui sostenuta sulla collocazione del nuovo Tribunale, con la quale si voleva «escludere la costruzione della nuova sede del Tribunale nell'area della ex Caserma Gattinara (l'ex questura, ndr) esclusivamente qualora ciò comportasse un aumento di volumetrie tali da richiedere deroghe alle previsioni dello strumento urbanistico vigente». Mozione che è stata bocciata con 17 no a fronte dei 14 sì per effetto della spaccatura nel Pd. La decisione di dimettersi è già stata comunicata, nel corso della mattina, al prefetto Maddalena De Luca, prima ancora che i capigruppo di opposizione, con una conferenza stampa “volante”, sulle scale di Palazzo Nodari, alle 14, chiedessero proprio questo gesto da parte del sindaco. «La morale politica è chiara: questo sindaco e questa amministrazione non hanno la capacità per prendere quelle scelte, di ampio respiro, che sono necessarie a una città che deve imboccare la via che porta al proprio assetto futuro. Significa non avere capacità né numeri per amministrare. Significa che l'unica alternativa è andare a casa e dimettersi. Se avessero un minimo di dignità politica, lo avrebbero già fatto»

Ultimo aggiornamento: 1 Maggio, 23:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA