Nati due piccoli di falco nel nido artificiale realizzato dai tecnici Enel

Venerdì 6 Agosto 2021 di Guido Fraccon
Il nido artificiale realizzato su un traliccio dai tecnici di E-distribuzione a San Martino di Venezze per i falchi

SAN MARTINO DI VENEZZE (ROVIGO) - E-distribuzione costruisce un nido artificiale e aiuta una coppia di falchi a mettere su famiglia. Era in una posizione oltremodo pericolosa il nido che una coppia di gheppi (falco-tinnunculus) avevano pazientemente costruito in cima a un traliccio elettrico a San Martino di Venezze, a poca distanza dai cavi dell’alta tensione. Il loro nido costituiva un pericolo non solo per i volatili ma anche per la continuità del servizio elettrico. I tecnici di E-Distribuzione, società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica a media e bassa tensione, d’accordo con Luciano Marangoni, delegato Lipu di Rovigo e il suo socio Gianadrea Lucchin, hanno così posizionato un nido artificiale e messo definitivamente in sicurezza la nidiata. L’ installazione si è conclusa con successo con la nascita di due giovani falchi. Le testoline dei due rapaci, da qualche giorno, sbucano dal nuovo nido
 

IL SALVATAGGIO
«La tutela e la protezione della biodiversità- sottolinea Carla Falchi, responsabile E-Distribuzione, zona di Padova e Rovigo, - sono temi al centro delle politiche ambientali dell’azienda. La tempestività e l’attenzione con cui abbiamo portato in porto l’intervento, con il fondamentale supporto della Lipu di Rovigo, ci rende particolarmente orgogliosi. Ora il falco e la sua futura nidiata potranno crescere in totale sicurezza». La tutela dell’avifauna è un tema di fondamentale importanza per E-Distribuzione, che da tempo si impegna per la conservazione delle specie più a rischio, contribuendo a progetti che prevedono azioni di stabilizzazione, ripopolamento e monitoraggio dl specie animali minacciate. Due le linee d’azione: la partecipazione a progetti Life, cofinanziati dall’Unione, con l’obiettivo di ridurre il rischio di folgorazione, favorendo anche il ripopolamento di alcune specie e le iniziative di sostegno alla protezione dell’avifauna, attraverso la messa in sicurezza delle linee aeree per evitare il contatto accidentale con le parti in tensione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci