Mercoledì 13 Marzo 2019, 21:13

Perizie choc: «Risarcire la piccola con 5 milioni? No perché morirà presto»

La piccola col Papa

di Francesco Campi

«Non possiamo che provare rabbia e frustrazione, nel vedere come nostra figlia sia considerata un oggetto, senza cuore nè anima: per soldi si infierisce ancora su di lei condannata ad una vita in gabbia per colpa di errori altrui e qualcuno si permette di dire che siccome morirà presto dobbiamo restituire il risarcimento». A provocare la reazione indignata dei genitori di Eleonora Gavazzeni, invalida al 100% dalla nascita per una tetraplegia spastica causata dalle lesioni neurologiche intervenute durante il parto...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Perizie choc: «Risarcire la piccola con 5 milioni? No perché morirà presto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2019-03-14 20:35:58
L' Inps paga pensioni di invalidita' e accompagnatorie mensilmente , mica tutte su una volta . Le assicurazioni dovrebbero fare lo stesso : un vitalizio mensile che garantisca le migliori cure e la migliore vita allo sfortunato fino a quando sopravvive .
2019-03-14 14:21:42
Qualche bella notizia, mai?
2019-03-14 14:15:40
qualche giorno fa nel programma "fuori dal coro" parlavano dei "risarcimenti" alle "vittime" di casi di omicidio e stupro[caso di bambina uccisa da padre] (ovviamente quello che lo Stato stabilisce se il delitto viene effettuato dai "soliti nullatenenti e nullafacenti"?) si va da 7200 a 8200 EURO per omicidio e 4800 in caso di stupro. poi vedi Diciotti per "sequestri" di 5 giorni pretenderebbero decine di migliaia di Euro...sono pazzi gli uni o gli altri?
2019-03-14 13:34:50
Gli assicuratori fanno il loro mestiere. Cercano di raccogliere piu' premi assicurativi possibile e pagare meno risarcimenti. Al di la' dell'aspetto umano ed emotivo, il risarcimento paga un danno che viene quantificato da periti e giudici. In passato il danno era quasi solo proporzionale al "mancato reddito": investivi un poveretto nullatenente pagavi poco, facevi un incidente con un attore o un calciatore erano dolori ... Nello specifico la sentenza avra' determinato un danno (danni "morali" a parte) moltiplicando le spese di assistenza per la durata della vita media che, nel caso della sfortunata creatura dovrebbe essere "inferiore" alla media. Da qui la richiesta. D'altro canto, in genere gli assicuratori NON hanno un interesse eccessivo a "limitare i danni". Le spese vengono poi spalmate sugli assicurati e se i conti NON tornano si aumentano le polizze. Poi ogni professionista ha i suoi interessi professionali: premi di produzione, indicazioni "dall'alto", se tagli le spese per la ditta e' comunque un bene. A volte lo e' anche per i clienti, anche se non per tutti.
2019-03-14 14:13:54
ma che razza di conti fai?