In Polesine chiudono le imprese italiane, aumentano quelle straniere

PER APPROFONDIRE: immigrati, imprese, stranieri
Un'attività gestita da stranieri (foto di archivio)

di Francesco Campi

ROVIGO - Un calo di oltre 400 unità nelle imprese attive nel 2017 e a tamponare l’emorragia sono gli stranieri. Sono proprio gli imprenditori immigrati quelli che hanno il segno più nei dati delle imprese iscritte nei registri camerali, anche se ci sono altri comparti nei quali gli italiani possono vantare egualmente dati positivi e sono i settori della pesca, dell’informatica e del turismo. In grave crisi l’artigianato, il manifatturiero in genere, che vede confermati i trend negativi e gli allarmi che a più riprese hanno lanciato e lanciano i sindacati. Il tutto in un quadro regionale dove il Veneto pare non trainare la ripresa, ma semplicemente la segue.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 12 Marzo 2018, 06:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
In Polesine chiudono le imprese italiane, aumentano quelle straniere
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2018-03-12 19:29:54
Bene così. Chi può fa; chi non può rosica-secondo
2018-03-12 18:35:32
... tra poco cresceranno.. i redditi di cittadinanza.. l'impresa autoctona muore perchè l'alloctona è ipervirulenta ed invasiva in ciò favorita da una politica stracciona, miope e anti italiana..
2018-03-12 16:27:56
Per forza, non versano nulla (facendo quindi concorrenza sleale) per questo quelli Italiani Perseguitati a vita perchè appunto Italiani devono chiudere, mentre loro per anni incassano e poi spariscono o cambiano nome o paese.... ecc.... e ci sono ancora persone che si meravigliano di questo ?? A loro la nostra demenziale burocrazia fa comodo, a noi ci rovina... perche bene o male qui ci viviamo...
2018-03-12 15:59:41
Polesine, come tante altre zone d'itaglia, è considerata zona depressa...quindi quelle poche attività straniere che sono presenti, non vengono controllate fiscalmente...solo qualche multina quando và bene. Ricordo che al sud non hanno ancora adottato i registratori di cassa in molti mercati rionali...c'è altro da controllare.
2018-03-12 15:14:52
In grave crisi l’artigianato, il manifatturiero in genere, che vede confermati i trend negativi e gli allarmi che a più riprese hanno lanciato e lanciano i sindacati. Quello che l'articolo non dice e' quali e di quale qualita' sono le imprese straniere. Immagino negozietti di paccottiglia turistica, pizzerie take away, call center, sale giochi, sale scommesse, banchetti di frutta e verdure. Insomma al peggio non c'e' mai fine.