Coronavirus, primo contagio in provincia di Rovigo: è un 50enne di Adria

Venerdì 28 Febbraio 2020
Coronavirus, primo contagio in Polesine: è un cittadino di Adria

Coronavirus a Rovigo. Primo paziente contagiato in Polesine, secondo le prime informazioni si tratta di una persona di Adria. Sono stati 23 in totale i tamponi eseguiti. 

L'uomo contagiato è un adriese di 50 anni che avrebbe cenato con un imprenditore di Vo' a Saonara. Quest'ultimo è risultato positivo al Coronavirus, avendolo saputo il 50enne ha avvertito l'azienda sanitaria. Ora si trova ricoverato a Rovigo nel reparto di Malattie Infettive. 

L’uomo lo scorso 20 febbraio 2020 era stato in contatto , per lavoro, con l’area di Vo’ Euganeo: avendo poi sviluppato tosse e febbre leggera, ha attivato il percorso di presa in carico ed è stato sottoposto al test. «Il cittadino di Adria è in questo momento ricoverato nella Unità operativa di Malattie infettive dell’Ospedale Hub di Rovigo e le sue condizioni non destano preoccupazioni. In questo momento stiamo contattando una ad una tutte le persone frequentate dal paziente dopo il 20 febbraio, per valutare se vi sono persone tra questi da tenere in osservazione, poste in isolamento o da sottoporre al test del tampone - spiega il direttore generale Antonio Compostella - Dai primi riscontri ci pare che non abbia avuto una serie di contatti esplosiva. Questo è un elemento importante come informazione per la popolazione di Adria. La famiglia del paziente è stata immediatamente messa in isolamento domiciliare con osservanza attiva, ovvero è contattata quotidianamente dall’ufficio dell’Ulss 5». Il direttore generale ha invitato a non essere preoccupati : «La vita quotidiana deve proseguire. Invito la popolazione a seguire le regole di igiene già diffuse. L’Azienda ulss 5 ha creato un numero verde che è 800938880, già attivo sulle 24 ore».
 

Coronavirus, la MAPPA del contagio

 

Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio, 08:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA