Tratta di clandestini: i carabinieri arrestano due pachistani

Gli invetsigatori: da sinistra, il capitano Truglio, il maggiore Di Gesare e il maresciallo Giusto
ROVIGO - Due cittadini stranieri di nazionalità pachistana sono stati arrestati dai carabinieri di Rovigo perché ritenuti responsabili di una tratta di clandestini che giunti in Italia li inviavano verso la Germania producendo documenti falsi. I due - secondo l'esito dell'operazione definita 'Carontè - avevano organizzato l'arrivo in Italia dalla Turchia attraverso i Balcani di connazionali ed iraniani per poi farli sostare in abitazioni di Polesella ( Rovigo) e Portomaggiore (Emilia Romagna).

Durante la sosta - e tutto a pagamento - ai clandestini venivano procurati documenti falsi per poi avviarli per lo più in Germania attraverso il Brennero. I carabinieri, dopo un'articolata indagine, sono risaliti ai due pachistani responsabile della tratta umana riuscendo a stimare in almeno una decina le persone trattate da loro. A seguito dell'inchiesta il Gip di Rovigo ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare a carico dei due che sono stati bloccati e tradotti in carcere.

I dettagli nell'edizione di Rovigo de Il Gazzettino di domenica 24 marzo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 23 Marzo 2019, 14:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tratta di clandestini: i carabinieri arrestano due pachistani
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti