Si abbatte un muro per il "trasloco" dell'Ultima cena di Girolamo Bonsignori

Si abbatte un muro per il "trasloco" dell'Ultima cena di Girolamo Bonsignori
BADIA POLESINE - Una delicata operazione si è svolta nelle ultime ore a Badia Polesine. Il trasloco dell' "Ultima cema" di Girolamo Bonsignori dal Museo civico era programmato da tempo, ma sono servite ore, per "estrarre" la preziosa opera dal palazzo in corso di restauro.
 
 


L'opera è stata fatta uscire da un foro praticato nella parete, agganciata a una gru fatta appositamente arrivare e quindi depositata a terra dove i tecnici della Soprintendenza ne hanno controllato lo stato di conservazione. Ora partirà per San Benedetto Po (Mantova) come pezzo forte della mostra dedicata a Giulio Romano che sarà ospitata dal 14 settembre prossimo al 6 gennaio 2020 nel refettorio monastico dell’abbazia polironiana di San Benedetto.

La tela raffigurante l’Ultima Cena, dipinta dal veronese Girolamo Bonsignori (Verona, 1472 – Mantova, 1529) tornerà ad essere ammirata nella struttura in cui era originariamente inserita, impreziosita dall’architettura affrescata dal Correggio.

I dettagli nell'edizione di Rovigo de Il Gazzettino di giovedì 5 Settembre
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 4 Settembre 2019, 18:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Si abbatte un muro per il "trasloco" dell'Ultima cena di Girolamo Bonsignori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
APPROFONDIMENTI
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti