Bloccato per un controllo: arrestato per un furto commesso 10 anni fa, quando aveva 15 anni

Domenica 23 Gennaio 2022 di Alessandro Garbo
Bloccato per un controllo: arrestato per un furto commesso 10 anni fa, quando aveva 15 anni

ROVIGO - Nella notte tra venerdì e sabato i Carabinieri hanno intensificato i controlli, in tutta la provincia. I militari del Comando provinciale hanno effettuato numerose verifiche, verificato quaranta veicoli, arrestato un 25enne per reati commessi, da minorenne, dieci anni fa, e denunciato un uomo per detenzione di sostanze stupefacenti. Nel massiccio dispiegamento di forze dell'ordine sono state impegnate 16 pattuglie e 33 uomini, coadiuvate dall'Unità cinofila del centro di Torreglia (Padova).


SULLE STRADE

Gli uomini dell'Arma sono stati impegnati lungo le principali strade che attraversano il capoluogo e la provincia, come la Statale 16 Adria, la Romea, l'Eridania, la Sr 88 Rodigina, e la Sr 482 Ostigliese che collega l'Alto Polesine alla limitrofa provincia di Mantova. Azioni di prevenzione sono state portate a termine anche nei locali di divertimento, ma senza riscontrare particolari irregolarità.


ALTICCI ALLA GUIDA

È stata invece una serata di bagordi per otto automobilisti, che hanno alzato un po' troppo il gomito e, nonostante le condizioni poco lucide, hanno deciso ugualmente di mettersi alla guida. I Carabinieri hanno fermato e sanzionato otto persone per guida in stato di ebbrezza: patente ritirata per un 69enne, un 55enne, un 33enne, due 32enni, un 27enne e due 24enni. Fortunatamente, le persone fermate non hanno causato nessun incidente. Sono stati attentamente controllati circa 40 veicoli, controllate oltre 110 persone, anche con l'uso di etilometri e alcoltest e 19 esercizi pubblici.


ARRESTO

Durante le operazioni è stato arrestato un 25enne di Rovigo, destinatario di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica dei minori di Bologna. Il giovane doveva scontare otto mesi di reclusione per furto aggravato in concorso, commesso in provincia di Ferrara, nell'aprile 2012, quando aveva appena 15 anni. Il ragazzo, per scontare la pena, è stato condotto nella casa circondariale di Rovigo. Sono stati invece deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Rovigo una donna 45enne per violazione del foglio di via dal comune di Rovigo, della validità di tre anni, e un 39enne per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, poiché trovato in possesso di 5,50 grammi di hashish.


RAGGIRO SVENTATO

Uno spiacevole episodio ha coinvolto, suo malgrado, Massimo Biancardi, sindaco di Castelnovo Bariano. Una donna ha contattato l'anziana madre, sostenendo che il figlio avesse provocato un incidente stradale e si trovasse in caserma per accertamenti. La malvivente si è appoggiata a un complice, sempre al telefono, che si è finto carabiniere e ha intimato all'ultraottatenne di preparare dei soldi per chiudere la questione senza denunce. Terrorizzata, la madre ha interrotto la comunicazione e ha contattato immediatamente il figlio. Massimo Biancardi l'ha rassicurata, ha spiegato che era una tentata truffa e si è recato al comando dei Carabinieri di Castelmassa per sporgere denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci