Lunedì 22 Aprile 2019, 22:47

Invalido 47enne da 250 chili: «Nessuno riesce a spingere la mia carrozzina»

Michele Stefano Garavello
ROVIGO - Quando problemi di salute e problemi economici si uniscono, allora un problema personale diventa un problema sociale. Da un lato l’esigenza di cure e presidi costosi, di una casa adeguata, dall’altro lato l’assenza di denaro per poter accedere al necessario. Il protagonista di questa delicata storia è Michele Garavello, 47 anni. Viveva con la madre in un appartamento Ater a Sant’Apollinare, ma ha dovuto andarsene perché lui, 250 chili di peso e tutti i problemi che ne conseguono, non riusciva a salire e scendere dal terzo piano di un condominio senza ascensore e senza rampe per disabili. Le scale, nella sua situazione, sono una prigione. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Invalido 47enne da 250 chili: «Nessuno riesce a spingere la mia carrozzina»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-04-24 03:18:53
La mia solidarieta' va a chi non ha cibo a sufficienza e non a chi mangia a sbaffo. Se non riesce a salire le scale vuol dire che deve mangiare meno, fare esercizio fisico e evitare costi non necessari al sistema sanitario.
2019-04-24 11:52:06
@amen: a "sbafo" e non a "sbaffo".
2019-04-23 17:31:33
Purtroppo è un problema psicologico dovuto a diversi fattori, traumi subiti nell'infanzia, la carenza affettiva e vari altri problemi, e quindi per sopperire a tutto questo si trova consolazione con il cibo fino a strafogarsi perche che ha questo problema non e mai sazio e quindi arriva a pesare anche 250/ 300 Kg e oltre.
2019-04-23 17:09:54
casa ater, non paga neppure l'affitto e gli resta di più da mandar giù, ma fatemi un piacere, chi vuoi che lo spinga, un camion?
2019-04-23 13:48:04
250 chili!!!!!!!!!!!!!!!!!!!