Lega vince anche a Spinea e Cadoneghe ma la sinistra riprende Rovigo

PER APPROFONDIRE: amministrative, ballottaggio, rovigo, veneto, voto
La festa a Mogliano per Bortolato
VENETO  - Il centrodestra vince un po' ovunque con la sola eccezione di Rovigo. Mentre le roccaforti del Pd quali erano Spinea nel Veneziano e Cadoneghe nel Padovano passano al centrodestra.

Il centrosinistra, guidato da Edoardo Gaffeo, ribalta l'esito del primo turno che lo vedeva sotto di 13 punti (25,42 contro 38,17) sul candidato del centrodestra e strappa a quest'ultimo il Comune di Rovigo, che lo aveva retto fino a poche settimane fa, per 400 voti: 50,94% contro 49,06. Un boccone amaro per la leghista Monica Gambardella che sembrava tranquilla dopo l'onda recente delle Elezioni Europee, ma che doveva fare i conti con lo sgretolamento dell' amministrazione comunale retta in maggioranza dal 2015 dal collega di partito Massimo Bergamin, vice presidente regionale del Carroccio veneto, vistosi sfiduciato dai suoi stessi assessori che l'hanno lasciato alla fine solo sullo scranno comunale a reggere i banchi di una Giunta ormai appassita. Ne ha approfittato Gaffeo, docente universitario di Trento che ha trascinato le due liste civiche a lui collegate e il Pd a prendere la maggioranza dei consensi della città e ad insediarsi a Palazzo Nodari.

A Mogliano invece vince Davide Bortolato, ma per una manciata di voti, 45 per l'asettezza. Ora però sorge un problema legato a 120 schede annullate. L'architetto del centrodestra comunque supera quello del centrosinistra, il sindaco uscente Carola Arena che si è battuta come un leone. Ma la differenza l'hanno fatto le sfumature. Bortolato si è presentato a questo ballottaggio con una dote di 7.452 voti, per sole 88 preferenze ha mancato il successo al primo turno. La Arena è partita invece da 6.662. 

LEGGI ANCHE ----> Affluenza in calo negli 11 Comuni veneti al ballottaggio

Doppietta della Lega nel Padovano. A Monselice, in una sfida tutta nel centrodestra e tra ex assessori uscenti, Giorgia Bedin si impone largamente su Gianni Mamprin con un divario di mille voti. Storica la vittoria di Marco Schiesaro a Cadoneghe che riesce a conquistare la roccaforte del Pd superando il sindaco uscente Michele Schiavo.

Due donne sindaco nel Veneziano. Il centrodestra strappa il Comune di Spinea al centrosinistra ma viene sconfitto in modo sorprendente dalla formazione civica di Patrizia Andreotti che si conferma sindaca a Noale. È l'esito dei ballottaggi che hanno tenuto con il fiato sospeso ieri gli elettori dei due Comuni veneziani chiamati agli straordinari per decidere il futuro delle rispettive amministrazioni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 10 Giugno 2019, 13:10






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lega vince anche a Spinea e Cadoneghe ma la sinistra riprende Rovigo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-11 07:13:10
Chissa perche' ad ogni elezione, chi vince festeggia come se avesse vinto un milione alla lotteria.....eppure, da quel preciso momento sulle spalle del e dei vincitori si riversano un sacco di problematiche da risolvere,debiti da sanare,strade e marciapiedi da aggiustare,scuole da rimodernare(la lista sarebbe troppo lunga)ecc,ec,,ec,,tanta di quella roba da non dormirci piu' alla note ma loro(politici tutti)festeggiano,cantano,saltano come se da quel momento la loro vita diventasse una favola!!!! che sia per gli stipendi???? ma nooooo.........festeggiano perche' ammano l'italia!!!haaaaaa,haaaaa,haaaa