Albarella si fa "green" e strizza l'occhio a sport e bambini

Sabato 1 Febbraio 2020 di Enrico Garbin
Albarella si fa "green" e strizza l'occhio a sport e bambini
ROSOLINA - Ambiente, sport e bambini sono i tre elementi sui quali spingerà la nuova strategia comunicativa del gruppo Marcegaglia per l'isola di Albarella. Si tratta degli ambiti in cui sono stati fatti e continueranno a essere fatti nel prossimo futuro, i maggiori investimenti per farli diventare le caratteristiche peculiari con le quali sarà venduta l'esperienza agli ospiti. Un riposizionamento sul mercato, insomma, che faccia immediatamente pensare ad Albarella come all'isola in cui praticare sport immersi nella natura.

LA STRATEGIA
Rispetto al passato, il cambio di impostazione è evidente: prima il concetto di isola, la separazione fisica del territorio, era intesa come esclusività, di quiete lontani dalla massa, mentre ora lo stesso territorio circondato dalle acque del mare e della laguna, resta un luogo sì isolato, ma più incline alla meditazione. Nel nuovo spirito green, ogni azione e comportamento promossi ad Albarella sono in funzione dell'ambiente: la raccolta differenziata che ha toccato il 72,6%, l'abolizione della plastica (i dipendenti dispongono di una borraccia, i detersivi sono venduti in blister ricaricabili e così via), l'uso delle biciclette per gli spostamenti, la riqualificazione dell'illuminazione con la riduzione del 40% dei consumi, i progetti di ripopolamento boschivo che coinvolgono non solo i proprietari, ma anche gli ospiti.
LA NOVITÀ
Nella duplice ottica green e di attenzione ai bambini, nel weekend di Pasqua sarà inaugurato il primo parco avventura ecosostenibile, AlbarellaLand, dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie. Progettato dallo studio Coloco di Parigi come parte di un più ampio progetto di riqualificazione degli spazi naturali denominato Immersi nella natura, il parco avventura coniuga la protezione dell'ambiente naturale con servizi e pratiche green e servirà anche a prolungare la stagione turistica. Per i bambini, inoltre, sono previste attività di animazione didattica, laboratori educativi progettati per insegnare il rispetto per l'ambiente, l'amore per lo sport, le scienze e le arti, senza tralasciare il divertimento.

IL LATO SPORTIVO
A chiudere il cerchio, le tante discipline sportive che si possono praticare ad Albarella in strutture di alto livello: tennis, golf, piscina, beach volley, beach tennis, calcio, calcetto, basket, scuola di tiro con l'arco, equitazione e vela-sup-kite. Ci sono anche 2,5 chilometri di percorso attrezzato per il running e l'allenamento a corpo libero all'ombra dei pini marittimi, e 10 chilometri di pista ciclabile tra il mare e la laguna. Eventi e manifestazioni sportive, nel corso dell'anno, saranno anche organizzate in collaborazione con il Coni e le varie federazioni del territorio.
Il riposizionamento di Albarella sul mercato sfrutta le opportunità dovute alla presenza del Parco del Delta, di un territorio che è tutelato dall'Unesco, dove daini, lepri, fenicotteri e uccelli di molte specie diverse interagiscono con gli ospiti, ma dimostra anche il lavoro con il quale il gruppo Marcegaglia ha saputo ribaltare la devastazione del 2017 in un'opportunità per ripensare lo sviluppo dell'isola.
 
Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio, 15:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci