Ex Adriatica, un progetto per riqualificarla con un impianto fotovoltaico

Giovedì 25 Febbraio 2021 di Guido Fraccon
EX ADRIATICA Il complesso potrebbe essere riqualificato con la realizzazione di un impianto fotovoltaico

ADRIA Via alla riqualificazione dell’ex Adriatica. «Procede l’iter autorizzativo intrapreso dall’amministrazione comunale sulle richiesta per rendere operativo il progetto di un impianto fotovoltaico su un ex sito produttivo adriese - spiegano il sindaco Omar Barbierato e l’assessore ai lavori pubblici Marco Terrentin». Il procedimento iniziato a luglio, prevede l’approvazione della valutazione di impatto ambientale con i relativi elaborati, necessari per ottenere l’Autorizzazione unica per la richiesta di un’agenzia immobiliare di Rosolina capofila di un gruppo di imprenditori e, pare, qualche noto politico. Un passaggio realizzabile nel giro dei prossimi sei mesi. «È la sintesi - spiegano i due amministratori - di quanto è emerso dalla riunione avvenuta tra le aziende interessate ed i tecnici comunali. Si tratta di un’azione che punta alla riqualificazione urbanistico produttiva di un sito oramai abbandonato da anni. Per questo motivo seguiremo le ditte nelle varie richieste e autorizzazioni necessarie per rendere fattibile l’impianto fotovoltaico progettato».
IL PROGETTO
Per la cronaca si tratta del sito che era stato interessato, dal 2009, data della sua approvazione in Regione, da un Piruea, un programma di riqualificazione urbanistica, edilizia ed ambientale, mai decollato. Una parte dell’area era stata trasformata in discarica a cielo aperto dove, nonostante l’intervento nel gennaio 2012 della Guardia di Finanza che aveva posto l’area sotto sequestro. Con il progetto fermo al palo si intendeva procedere ad una bonifica ambientale dell’area. Era prevista la demolizione dei fabbricati degradati, la rimozione dei materiali inquinanti, eternit in particolare, la riqualificazione sanitaria, conseguente alla dismissione, di un allevamento di suini, con smantellamento di un depuratore. Il programma prevedeva la demolizione dei diversi edifici e silos, per circa 29.800 metri quadrati di superficie coperta, e la realizzazione di 37mila metri cubi di volume residenziale e 15mila commerciali, direzionali, di servizio e ricettivi.
FONDI STATALI
Nel frattempo arriverà a palazzo Tassoni un milione di euro di fondi statali per la messa in sicurezza dei ponti  Il Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero delle economie e delle finanze annuncerà attraverso la Gazzetta Ufficiale che sono stati assegnati ad Adria, un milione di euro da investire nella progettazione e realizzazione di lavori sulle infrastrutture comunali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA