Domenica 24 Febbraio 2019, 22:07

Raffica di furti nelle case, i residenti organizzano le sentinelle su Whatsapp

PER APPROFONDIRE: adria, furti, sentinelle, social, whatsapp
Raffica di furti nelle case, i residenti organizzano le sentinelle su Whatsapp

di Guido Fraccon

ROVIGO - Un telefono contro i ladri. Adria si organizza per prevenire i furti e cercare, eventualmente, di mettere i bastoni tra le ruote ai malviventi. Ormai è allarme sicurezza in città. Si sono, infatti, moltiplicati negli ultimi giorni i furti negli appartamenti e nelle abitazioni. Tre le zone ultimamente prese di mira: quartiere Carbonara, quartiere Bortolina e via Spolverin nei pressi del locale cimitero. A preoccupare gli adriesi è l’aumento degli episodi negli ultimi tempi ma, soprattutto, il fatto che i ladri hanno agito anche in pieno giorno: «I controlli delle forze dell’ordine non bastano - commenta un residente del quartiere Carbonara - . Ormai è psicosi, comprensibile vista l’intensità del fenomeno. Siamo molto preoccupati perché nonostante le denunce, la risposta delle forze dell’ordine stenta al momento a farsi sentire. È a rischio non solo la sicurezza di chi ha subito furti, ma quella di tutti i cittadini: anche se notano qualcosa di strano, ormai, per paura di essere identificati dai rapinatori, preferiscono tacere».  
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Raffica di furti nelle case, i residenti organizzano le sentinelle su Whatsapp
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-02-25 14:51:08
Intanto che gli italiani si devono arrangiare contro i criminali, ai passacarte, la fonte di reddito non manca. LEGGI A FAVORE DELLA CRIMINALITA’ Legge 1 agosto 2003, n.207 Sospensione condizionata dell'esecuzione della pena detentiva nel limite massimo di due anni. (Aka: indultino). Presidente del Consiglio : Berlusconi, alla Giustizia Castelli.Gazzetta Ufficiale N. 182 del 7 Agosto 2003. 2002: Berlusconi sanatoria per 200.000 immigrati. Indulto del 2006: 17.000 delinquenti in liberta'; Decreto “svuota carceri” del 2013, che ha svuotato le carceri ma riempito l'Italia di delinquenti; depenalizzazioni del 2016; Decreto “Salvaladri”, regalo di Natale dell'ex ministro della "Giustizia" Orlando, in base al quale chi viene condannato a meno di 4 anni anche con sentenza definitiva rimane libero in attesa dell'affidamento in prova... Tutta roba di cui possiamo ringraziare la politica in carica i quel periodo. Non serve a molto mandare le Forze dell’Ordine se i delinquenti che riescono ad arrestare vengono subito lasciati liberi di circolare per l’Italia per continuare a compiere reati. La Legge italiana, Magistratura, Giudici e avvocati favoreggiano i criminali. Quindi non ha nessun senso avvisare le Forze dell’Ordine in quanto è come se avessero i polsi ammanettati, o meglio non possono reagire contro i delinquenti perché altrimenti vengono indagati per eccesso di legittima difesa. Lo stesso vale per gli italiani comuni che difendono i propri simili, i loro famigliari, o il proprio patrimonio. Tutto è uno schifo. Ho perso la fiducia dell’Italia e non mi fido della Legge dello Stato italiano. Chi vuole fare altrettanto lo faccia. Una cosa è certa; l'Italia è stata ridotta ad un letamaio e per ripulirla ci vorranno decine di anni e forse qualche generazione, a meno che ci sia un miracolo. L'unico che ha fatto miracolo l'hanno messo in croce, il secondo si è sputtanato e adesso speriamo in Salvini. Una cosa è certa ed è che gli italiani non credono ai miracoli ma ai fatti concreti. La LEGGE senza la GIUSTIZIA non serve a niente perché la GIUSTIZIA appartiene al popolo. Fin quando le Istituzioni continueranno a non vedere e sentire, gli italiani si difenderanno con qualsiasi mezzo. Cari italiani; regolatevi di conseguenza e se vogliono mantenere in vita i criminali, li tengano in prigione.
2019-02-25 12:54:03
Impossibile...la sinistra ha detto che è solo percezione e che i furti sono calati...