Lunedì 21 Ottobre 2019, 22:48

Tolta ai nonni la figlia di Giulia, la 23enne di Adria uccisa dal marito

Tolta ai nonni la figlia di Giulia,
uccisa dal marito a 23 anni

di Guido Fraccon

ADRIA - La figlia di Giulia Lazzari e Roberto Lo Coco è stata presa in carico dai Servizi Sociali. La bimba è stata trasferita in una struttura protetta. Alcuni membri della famiglia Lo Coco, per protestare contro questa decisione, si sono recati ieri pomeriggio a palazzo Tassoni, minacciando di occupare il municipio se non fosse stata ridata loro la pargoletta di quattro anni. Solo l’intervento dei carabinieri ha riportato la calma. Sul posto anche agenti della Polizia Locale. 

IL MARITO «Mi dispiace, odiatemi più che potete, giuro non ero in me»

Sempre ieri sono emersi altri particolari sull’intera vicenda. I genitori di Giulia, il padre Devis e la madre Moira, erano a conoscenza della difficile situazione che stava vivendo la loro figlia. Il padre di Giulia aveva commentato, esattamente il 30 agosto scorso, una sua immagine da giovane, scattata durante la leva, mentre imbracciava un fucile. Il commento era riferito al marito di Giulia, l’assassino della figlia, il 28enne Roberto, viste le origini palermitane di quest’ultimo e l’espressione tipicamente siciliana usata nel post. “Adesso ti vengo a prendere puddu, vandalo”, aveva scritto Lazzari. “Puddu” significa galletto.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tolta ai nonni la figlia di Giulia, la 23enne di Adria uccisa dal marito
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2019-10-23 07:59:07
bibbiano bibbiano bibbiano bibbiano
2019-10-22 16:56:13
povera bimba
2019-10-22 14:15:26
le uniche vittime di questa orribile vicenda sono la mamma e la piccolina (lei ancor di più); credo che qualche mea culpa debba essere fatto da più di qualche persona. In primis a quell'essere vivente (perchè non è sicuramente da qualificare umano) che ha tolto la vita alla madre di sua figlia; poi il contorno famigliare...che ovviamente vedono tutto ma non fanno nulla...salvo poi come spesso accade rimprovare lo stato o altro perchè non hanno fatto nulla...e pure i servizi sociali...gli stessi che ora probabilmente hanno adottato una decisione che era da prendere dall'inizio..portare in un luogo protetto mamma e figlia...
2019-10-22 11:24:08
Per evitare tanti commenti inappropriati, sarebbe bene riportare le motivazioni della decisione. Decisioni che (a parte i casi di Bibbiano) non son prese certamente a cuor leggero, ma dopo confronti con specialisti e verifiche di ogni tipo.
2019-10-22 12:17:12
Per Bibbiano informati sugli esiti dell'indagine interna del Tribunale