Visite dei medici di base: rivoluzione in Veneto. Pressione, elettrocardiogramma, Holter Icg fatti a casa direttamente dai pazienti

Martedì 12 Maggio 2020
Visite dei medici di base: rivoluzione in Veneto. Pressione, elettrocardiogramma, Holter Icg fatti a casa direttamente dai pazienti
3
La Sanità del Veneto viaggia a grandi passi verso il futuro: oggi durante la consueta conferenza stampa del governatore Zaia è stato presentato il progetto che rivoluzionerà le visite dei medici di base ai pazienti della nostra regione. Device capaci di monitorare i parametri degli assistiti, di inviare i dati direttamente al dottore, visite virtuali, e colloqui specialistici prenotati con un clic. Il nuovo modello veneto per ora è sperimentale, e verrà applicatoa 10 gruppi di medici di famiglia, già dotati dei dispositivi, e coinvolgerà 150mila pazienti. L'operazione è stata possibile grazie a una donazione da parte del gruppo Alì, e il costo complessivo è di 40mila euro per un anno.

Medici di base: rivoluzione nelle visite

Ospite oggi della conferenza è stato il dottor Domenico Crisarà, segretario regionale di Fimmg Veneto, che ha presentaot il progetto del Veneto con i medici di base. «Da oggi inizia la Fase 2 anche per i medici di base, recuperando l'assistenza a domicilio programmata: 30mila sono in Veneto i pazienti di questo tipo, occorre fare il tampone a tutte queste persone. Anche grazie a nuove tecnologie. Abbiamo una piattaforma per la videovisita e aggiornamento della scheda del paziente attraverso dispositivi che possono essere lasciati a domicilio, in modo da poter fare la visita sia in ambulatorio che virtualmente. Partiremo con Padova, poi Verona e Rovigo», ha spiegato il dottor Domenico Crisarà.

La dimostrazione del funzionamento del nuovo metodo è stata fatta in diretta con un paziente in quarantena. Il progetto si rivolge ai pazienti domiciliari a anche a quelli ambulatoriali che necessitano di una visita urgente o di un monitoraggio. Al paziente basta un telefonino.
  • La piattaforma
Ogni parametro può essere aggiornato in diretta. Si può fare una videochiamata con il medico, anche una videochiamata urgente tramite un link inviato dal professionista. A quel punto il paziente è faccia a faccia con il dottore. La dimostrazione in diretta. Il paziente è dotato di un dispositivo con il quale controlla la saturazione dell'ossigeno - si tratta di un paziente in quarantena per Covid. La scheda del paziente si apre, il dato della misurazione viene registrato direttamente. Nella stessa scheda si ha una possibilità infinita di registrare le misurazione con vari device dati al paziente.
  • Il colloquio
Dopodiché il medico inizia il colloquio con il paziente, la consultazione vera e propria alla luce dei dati acquisiti. Si può chiedere anche una consultazione di secondo livello con uno specialista.
  • I device acquistati
L'ambulatorio, tutte le attrezzature, entrano in uno "zainetto". Icg, grande come uno smartphone, si appoggia sul torace e parte la registrazione che viene trasmessa direttamente al medico. Elettrocardiografo, attraverso delle "cuffiette" in pochi minuti si acquisisce un tracciato. In pochi minuti la visita si fa senza spedire il apziente in clinica. Holter Icg, un piccolo strumento che si applica a ventosa e può durare una settimana senza ricarica. Pressione: lo strumento si porta una giornata al braccio e monitora la pressione del paziente. Dermatoscopio digitale: acquisisce immagini di lesioni cutanee, nei ad esempio, macchie, senza dover andare nello studio di un dermatologo. Ultimo aggiornamento: 13 Maggio, 14:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA