Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tpl, un biglietto unico per viaggiare in tutta la regione

Sabato 25 Giugno 2022 di Antonella Lanfrit
Tpl, un biglietto unico per viaggiare in tutta la regione

Più cittadini del Friuli Venezia Giulia sui mezzi pubblici per muoversi in città, nelle brevi e lunghe distanze. Qualsiasi sia il profilo dell'utente studente, lavoratore, famiglia, persona con disabilità riconosciuta esso avrà a disposizione una soluzione vantaggiosa per utilizzare i mezzi senza avere l'ansia del biglietto. Quindi più trasporto pubblico locale, meno spese in famiglia per il carburante dell'auto, più sicurezza per i giovani che vogliono spostarsi e un territorio più amico dell'ambiente. La Regione, insieme alla società TplFvg, vincitrice del bando decennale per la gestione del Tpl su gomma, intende centrare tutti questi obiettivi con la poderosa operazione di revisione del sistema delle tariffe e delle agevolazioni che scatterà il 1° luglio. È destinata a durare per tutto il periodo contrattuale, dieci anni, con l'opzione di altri cinque se il gestore saprà conquistarsi il prolungamento dell'affido. Chiave di tale rivoluzione sono biglietto e abbonamento unico su tutto il territorio regionale e un'ampia scontistica. «La Regione vuole rendere più economico e agevole l'uso dei mezzi pubblici, consentendo risparmi alle famiglie e a molte categorie di viaggiatori: studenti, pendolari, soggetti fragili ha spiegato ieri l'assessore regionale all'Infrastrutture e trasporti Graziano Pizzimenti, illustrando il progetto nella sede della Regione a Udine -. In tempi di caro carburante, è importante ampliare la platea di utenti disposti a passare dall'auto privata ai mezzi pubblici di reti urbane ed extraurbane». I cittadini hanno dimostrato di essere già sensibili, posto che «a livello urbano abbiamo quasi già raggiunto i livelli di traffico su Tpl pre pandemia».

BIGLIETTO UNICO
Da venerdì chi acquista un biglietto giornaliero unico per la rete urbana paga 3 euro e può utilizzarlo indifferentemente sulla rete del Tpl urbano di Udine, Trieste, Pordenone, Gorizia, Grado, Lignano e Monfalcone. L'assessore ha fatto l'esempio dell'universitario che da un punto della città di Udine deve raggiungere l'Università a Trieste: «Con un unico biglietto in tasca può usare i mezzi a Udine, poi arrivare con l'extraurbano a Trieste e lì riutilizzare lo stesso il biglietto per viaggiare con i bus del capoluogo». E per la tratta Udine-Trieste? Se prende il treno, dovrà aspettare settembre o, al massimo, la fine dell'anno per aver il biglietto autobus-treno integrato, perché «l'obiettivo si raggiungerà - ha assicurato Pizzimenti -. I colloqui sono in corso e confido si giunga all'operatività già per l'inizio della scuola o, al massimo, entro l'anno».

ABBONAMENTI
Abbonamento urbano: varrà per tutte le reti e costerà come quello di una singola rete cittadina. Si pagherà un unico abbonamento, anziché due o più: 35,20 euro invece che 70,40. Il risparmio sull'annuale sarà di 352 euro. Chi sta già usando l'abbonamento misto extraurbano più urbano ora pagherà come la somma dei due abbonamenti con il 20% di sconto. Al via l'abbonamento unico a seconda non del luogo da raggiungere ma della distanza che si deve percorrere. È pensato per pendolari e studenti che si muovono in un raggio di 14 chilometri o entro una distanza di 50 chilometri, misurata dai centri che hanno il Tpl urbano. Avranno un costo differente e sicuramente conveniente rispetto al precedente. Per raggiungere Cividale da Udine, con lo stesso abbonamento si potrà utilizzare anche la linea ferroviaria Fuc. L'abbonamento per l'area entro i 14 Km. costerà 55 euro al mese, quello per l'area entro i 50 Km. 82,50, con un risparmio di 13,35 euro. E per chi viaggia a lunga distanza, senza meta fissa ed entro i confini regionali? La risposta la dà l'abbonamento «oltre 50 km»: 103,10 euro al mese per utilizzare tutte le reti urbane e tutte le extraurbane gestite da Tpl Fvg. Possibile anche la validità quindicinale, semestrale, scolastico e annuale. Da lunedì 27 giugno su www.tplfvg.it ogni dettaglio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci