Torino, trovato morto in cantina con un coltello nell'occhio: fermato il fratello

Lunedì 28 Giugno 2021
Torino, trovato morto in cantina con un coltello nell'occhio: fermato il fratello

TORINO - È recluso nella casa circondariale di Trento Carlo Pellegrini, 48 anni, fermato dai carabinieri per l'omicidio del fratello Enrico, il 52enne trovato ieri morto con un coltello conficcato in un occhio in una cantina di via Principi d'Acaja a Torino. Lo rende noto il suo legale, l'avvocato Nicola Canestrini, raggiunto telefonicamente dall'ANSA. Pellegrini è stato fermato per il delitto questa mattina dai carabinieri, nella sua casa di villeggiatura in Trentino e non in Veneto, dove risiede una sorella, come appreso in un primo momento. «Il mio cliente - spiega l'avvocato che difende Pellegrini insieme alla collega Carmela Parziale - è stato fermato dai carabinieri per essere identificato, anche se non c'era motivo visto che aveva con sé i documenti. Poi è stato ascoltato nuovamente come persona informata dei fatti. Il fermo è stato convalidato questa mattina anche se non sussisteva il pericolo di fuga. Il mio cliente - aggiunge - non si è mai mosso dalla sua abitazione in una località turistica, dove si trovava da qualche giorno e non sa quali siano i fatti che gli vengono contestati». Per gli inquirenti Carlo Pellegrini è fortemente sospettato di aver accoltellato alla testa il fratello. (

Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA