Ragazzina violentata dall'amico di famiglia: 10 anni a un 48enne veneto

PER APPROFONDIRE: condanna, minore, stupro, veneto
Ragazzina stuprata dall'amico  di famiglia, un 48enne veneto
Aveva meno di 14 anni quando denunciò di essere stata violentata prima da un amico di famiglia e poi dal compagno della madre. Per la vicenda, sviluppatasi in contesto familiare difficile e degradato, si è concluso il processo di primo grado. I due imputati, un 48enne veneto e un 37enne siciliano, quest'ultimo convivente della mamma della ragazzina, sono stati condannati dal Tribunale di Bologna alla pena di 10 anni ciascuno. Il pm Augusto Borghini aveva chiesto rispettivamente 9 e 8 anni.

Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori e la testimonianza della minorenne, che per tre volte è stata sentita in audizione protetta, gli episodi sono stati diversi e vanno dalla fine del 2012 al giugno del 2013. Gli abusi sono cominciati quando la ragazzina viveva con la madre nel ferrarese, a casa del compagno 37enne che gestiva un maneggio. È qui che la coppia ha conosciuto il 48enne veneto, a cui ha dato ospitalità, e che più volte quando erano soli in casa ha abusato della minorenne, sotto la minaccia di pubblicare una sua foto in biancheria intima su Facebook. Poi le violenze sono proseguite anche quando i due uomini e la madre della ragazzina si sono trasferiti in un paese del bolognese.


Il 48enne veneto, ha raccontato la minorenne, l'avrebbe costretta anche a vedere film pornografici prima di violentarla. Nonostante la giovane età la ragazzina è riuscita però a denunciare l'uomo e subito dopo è scattato l'intervento dei servizi sociali. La minorenne è stata affidata ad una zia e la madre ha perso la potestà genitoriale. Nel frattempo il 48enne è stato arrestato ed è rimasto in carcere per circa un anno. Grazie al sostegno della zia, che vive in un'altra regione, la ragazzina ha trovato il coraggio di denunciare anche il compagno della madre, il 37enne siciliano. L'uomo, quando vivevano ancora insieme, per costringerla ad avere rapporti sessuali con lui aveva cominciato a ricattarla. Sapendo che lei e la madre non avevano altri posti dove andare, il 37enne le ha detto che avrebbe cacciato entrambe di casa se non stava al suo volere. Oltre alle condanne a 10 anni e al risarcimento da stabilire in sede civile, il collegio di giudici ha stabilito per entrambi una provvisionale immediatamente esecutiva di 40 mila euro ciascuno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 16 Marzo 2018, 19:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ragazzina violentata dall'amico di famiglia: 10 anni a un 48enne veneto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2018-03-24 20:51:30
"48enne veneto"????? Chi è questo regionalista? "Veneto", come tutti ben sanno, è meramente il nomignolo utilizzato nel 1970, per attribuirlo a una delle 20 regioni italiane… Proprio esattamente 48 anni fa, ragion per cui forse si potrebbe assurdamente intendere una persona anonima che venne battezzata dai regionalisti dell'epoca… Titolo, di nuovo, molto sui generis…
2018-03-22 01:06:56
Ottima pena ma adesso aspettiamo a quanto verranno condannati i migranti africani che hanno violentato, ucciso e fatto a pezzi la povera ragazza 16enne di Macerata. Forse meno.
2018-03-21 19:56:05
siciliano il compagno della madre , veneto l'altro , quando si tratta di delitti contro minori da qualunque parte siano , in galera e buttate la chiave ...
2018-03-17 10:22:55
Ah ah ! Un 48enne veneto ! Quando metterete nei titoli un 32enne senegalese oppure un 40enne nigeriano ?
2018-03-17 09:21:47
Enrico guarda che ti cercano.....hahahahahahaahahhaha. Comunque hai un altro tuo conterraneo da segnare. cambia quaderno che quello è già pieno. Vergogna. Altra scommessa vinta. Ciao enrico..ciao.