Strage nella notte: uccisi a bastonate gli animali del rifugio Oipa. Le lacrime della presidentessa

PER APPROFONDIRE: animali, conigli, oche, strage, trento
Strage nella notte: uccisi a bastonate gli animali del rifugio Oipa. Le lacrime della presidentessa

di Remo Sabatini

Le immagini sono tremende. Raccontano di una strage assurda operata nei confronti di poveri animali indifesi. Ed ora, dopo la rabbia e le lacrime, si cercano i responsabili. Tutto era iniziato stamattina quando, sulla sua pagina social, Ornella Dorigatti, presidente di Oipa Trentino, l'associazione che si occupa di protezione animali, aveva publicato un drammatico filmato che mostrava gli animali ospitati al rifugio Mattarello di Trento, uccisi. Oche e teneri conigli che, ormai senza vita, giacevano sul terreno come fossero stati vittima di una vera e propria esecuzione.

Gatti bersaglio dei vandali al parco della Floridiana, a Napoli: «Uccisi a decine»

«Test su scimmie, cani e gatti raccapriccianti», animalisti denunciano laboratorio tedesco



Le tristi immagini, rese ancora più drammatiche dalla Dorigatti che, durante il sopralluogo piange, si commentano da sole e lasciano l'amaro in bocca. Stando a quanto dichiarato ai quotidiani locali dalla stessa Ornella, non vi sarebbero evidenti tracce di sangue o di altro. Anche per questo, l'ipotesi ventilata inizialmente, di un attacco da parte di un qualche animale predatore, sembra cadere nel vuoto.

E allora, chi può essere il barbaro artefice di tanta crudeltà? Forse uno squlibrato? Il ritrovamento risale alla prima mattinata di ieri e chi ha compiuto la strage deve aver operato durante la notte e non è ancora chiaro nemmeno il tipo di arma che ha usato anche se, viste le condizioni delle povere carcasse, le armi da taglio sono state escluse.

Così, la possibilità che l'autore (o gli autori) della strage, possa aver usato dei bastoni, si fa strada. Anche i veterinari della clinica Trentovet, come sottolineato da Trento Today, avrebbero confermato quest'ultima possibilità. Una o più bastonate sulla testa, senza alcuna pietà. Così sono stati uccisi gli animali del parco Oipa di Trento.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 26 Ottobre 2019, 10:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Strage nella notte: uccisi a bastonate gli animali del rifugio Oipa. Le lacrime della presidentessa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2019-11-14 22:06:26
è stato un altro animale. vedrete che tra qualche giorno si saprà la verità. era successo anche qui in zona qualche tempo fa e lo avevo detto subito tra la derisione generale. dopo tre giorni hanno scoperto che era stato un animale selvatico. scommettiamo? un amico una volta mi ha regalato una ventina di anatre che ho messo nel pollaio dove c'erano anche altri animali. la mattina dopo erano tutte state uccise senza spargimento di sangue.le prendono per la gola e muoiono soffocate.
2019-11-14 09:53:57
oltre all'allucinante notizia, di allucinante c'è anche il fatto che qualcuno ha messo dei pollici versi ai vostri giusti e veritieri post. vorrei il parere di uno di questi che si nascondono dietro ad un pollice verso!!!
2019-11-14 12:05:15
un sasso ha più dignità!
2019-11-14 00:57:24
Non diversi da quelli che fanno le mattanze quotidiane negli allevamenti lager, e il giorno dopo ne gustiamo il prodotto nei nostri piatti
2019-11-14 11:14:19
Bè, diversi sì, perche qui hanno ucciso per il solo piacere di farlo...