Reimpiantato il braccio amputato al boscaiolo nonostante l'emergenza coronavirus

Giovedì 16 Aprile 2020
L'operazione ha visto impegnate le équipe di chiurgia vascolare e plastica dell'ospedale di Bressanone
1
BOLZANO - Nonostante l'emergenza coronavirus, un'équipe di medici dell'ospedale di Bressanone ha reimpiantato il braccio amputato a un boscaiolo trentenne durante la lavorazione del legno. I medici colgono l'occasione per un'appello ad evitare attività pericolose, soprattutto in questi tempi.

L' incidente boschivo è avvenuto la scorsa settimana in Alta Pusteria. L'uomo era rimasto intrappolato sotto un tronco ed era stato curato sul posto dalla squadra di soccorso dell'elisoccorso Pelikan 2. È stato il ferito a chiamare i soccorsi, ma rischiava di morire dissanguato. Durante la notte era stato sottoposto ad un intervento chirurgico d'urgenza presso l'ospedale di Bressanone a cura dell'équipe di chirurgia vascolare guidata da Daniel Zipponi e dal team del servizio di chirurgia plastica guidato da Lorenz Larcher. Allo stato attuale i medici non sono ancora in grado di effettuare una prognosi.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci