Referendum sull'autonomia, Maroni
«Decidiamo la data con il Veneto»

Luca Zaia e Roberto Maroni
«Non c'è disponibilità da parte del Governo» a fare il referendum sull'autonomia in concomitanza con le amministrative e quindi il presidente della Lombardia Roberto Maroni annuncia che deciderà la data «insieme al collega Luca Zaia» dato che anche il Veneto farà la consultazione.

Il referendum sull'autonomia della Regione Lombardia si dovrebbe svolgere, assieme a quello del Veneto, nel prossimo ottobre. È quanto ha detto oggi il governatore Roberto Maroni. «Il voto sarà tutto elettronico - ha aggiunto - Ne ho parlato con il presidente Gentiloni e con Minniti. Non ci hanno dato l'accorpamento del referendum ma ci hanno detto che questa sperimentazione li interessa». Per questo la Regione, che sul voto elettronico ha già fatto la gara, spera ci possa essere un «cofinanziamento» da parte del Governo «perché la sperimentazione interessa anche a loro». Una delle ipotesi ritenute al momento più probabili è che la consultazione possa tenersi nella prima domenica di ottobre. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 8 Marzo 2017, 12:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Referendum sull'autonomia, Maroni
«Decidiamo la data con il Veneto»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2017-03-08 21:54:19
mi piacerebbe moltissimo un Veneto finalmente autonomo, libero di gestire le proprie risorse e, soprattutto, senza l'oppressione fiscale di stato...
2017-03-08 19:04:14
Concordano le date per il prossimo carnevale lumbard-padano...hahahahahahahahaahahahaha.....ciao.
2017-03-08 17:54:42
Per Maroni OK ma Zaia a casa l'IRPEF per la pedemontana gli costerà cara in notorietà e pensare che è stato considerato il governatore più amato d'Italia . Ma quando mai
2017-03-08 16:20:22
Soldi buttati per niente. propaganda fine a sé stessa punto e basta. quando maroni e zaia eerano al governo il veneto è stato spolpato peggio che con la sinistra. hanno dato miliardi a roma (perché c'era alemanno) a catania (perché c'era scapagnini) e via a tutti i comuni del sud amministrati dagli amici della destra. e il veneto ha sempre pagato. adesso questa ennesima carnevalata
2017-03-08 15:50:41
Il Referendum deve essere cartaceo con osservatori delegati da organismi internazionali riconosciuti(l'ONU?La UE?).Senza testimoni ufficiali non contate su Roma per far riconoscere un risultato pro Autonomia.