Coronavirus e crisi, il Nordest regge. Nel primo trimestre flessione del Pil del 5%, meglio del dato nazionale

Venerdì 26 Giugno 2020
​Coronavirus e crisi, il Nordest regge. Nel primo trimestre flessione del Pil del 5%, meglio del dato nazionale (Foto di Malachi Witt da Pixabay)
1
Coronavirus ed economia, quali sono gli effetti del virus sulla produttività a Nordest? Nel primo trimestre del 2020 il Pil del Nordest dovrebbe registrare una flessione tendenziale del prodotto di circa il 5%. È la stima elaborata nell'indagine di Bankitalia sull'andamento economico nei primi tre mesi dell'anno sugli effetti della pandemia da coronavirus presentata stamane a Trieste.

Secondo lo studio condotto in primavera dall'Istituto sugli effetti dell'emergenza sanitaria sull'economia del Paese quasi la metà delle imprese intervistate si attendeva nel primo semestre dell'anno un calo del fatturato superiore al 20%. A livello nazionale, ha ricordato il direttore della sede della Banca d'Italia di Trieste, Luigi Bettoni, le stime del Pil parlano di un calo compreso fra il 9 e il 13%. «Per il Nord-Est - ha commentato - la stima è del 5%, un dato comunque meno peggiore rispetto al dato nazionale».
© RIPRODUZIONE RISERVATA