Venerdì 28 Dicembre 2018, 08:31

​Pensioni, stop alle rivalutazioni dal 2019. In 600mila penalizzati a Nordest

PER APPROFONDIRE: manovra, nordest, pensioni
​Pensioni, stop alle rivalutazioni  In 600mila penalizzati a Nordest

di Maurizio Crema

Stop alle rivalutazioni dal 2019: colpiti 402mila pensionati veneti e 183mila friulani. Sindacati in piazza oggi con presi nel Nordest e in tutt'Italia. «Siamo pronti a mobilitarci contro questa manovra che vuole fare cassa sulle tasche dei pensionati», avvertono in una nota Elena Di Gregorio, Vanna Giantin ed Emanuele Ronzoni, segretari generali dei sindacati dei pensionati veneti della Cgil Cisl e Uil, dopo l'approvazione da parte del governo Conte dell'emendamento che penalizza tutti gli assegni previdenziali superiori a tre volte il minimo (1500 euro mensili lordi
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
​Pensioni, stop alle rivalutazioni dal 2019. In 600mila penalizzati a Nordest
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2018-12-29 14:27:52
Il problema non sono i due otre euro in più al mese. Il problema che le nostre pensioni superiori ai 1522 euro al mese, sono ferme dal 2011, e ora si fermeranno ancora per altri tre anni. Il dispositivo del governo, se non ve ne siete accorti vale per il 2019, 2020 e 2021. Ergo! Si sono domandati Conte e co. (che fa riferimento all'avaro di Moliere) quanto è cresciuto in questi ultimi anni i costi di gas e luce per non dire altro. Inqualificabili!!
2018-12-29 18:22:17
Le spiego, nel 2021 il pensionato da 1522 dovrà rinunciare ad una correzione nel caffè per due volte all'anno, nella stessa data, il pensionato da 503,1 continuerà a rinunciare alle visite mediche. C'è una differenza nascosta in quanto affermo, a lei il compito di scoprirla se ritiene. Spesso noi dimentichiamo che l'Italia è un salvadanaio, e sembra che non sia esattamente pieno, quindi, se dobbiamo decidere chi deve vivere e chi no, a me crea qualche angoscia, non crede? Volendo cambiare il punto di vista, si potrebbe ipotizzare una manifestazione nazionale dei 1522 affinchè le pensioni esagerate (che lo sono anche se supportate dal pagamento dei contributi, dato il momento critico) subiscano dei tagli superiori e senza che gli avvocati di Silvionostro imbraccino il fucile? Forse il Premier Conte ha citato a proposito Molière, sperando di far breccia nelle anime esagerate, effettivamente non ci spero, buona serata.
2018-12-30 09:34:29
Penso che una persona che prende una pensione di 1522 euro non sia un'anima esagerata su cui far breccia e tanto meno che abbia bisogno degli avvocati di Silviosuo.
2018-12-30 11:41:04
Abbia la bontà di distinguere tra 1522 e 503,1, se non ci riesce dovrà ritornare più preparato. Ps:l'anima esagerata era riferita alle pensioni esagerate, ma non ci pensi più, il tempo è prezioso.
2018-12-30 13:39:56
Il tempo è prezioso? Allora impiegalo meglio amico mio.