Martedì 5 Marzo 2019, 09:30

M5s-Lega, guerra di filmati sulla Spv: «Quel filmato gaffe dei pentastellati»

PER APPROFONDIRE: gaffe, m5s, pedemontana, video
M5s-Lega, guerra di filmati sulla Spv  «Quel filmato gaffe dei pentastellati»

di Angela Pederiva

Alleati a Palazzo Chigi, ma avversari a Palazzo Ferro Fini. Una guerra, quella in corso da anni tra il Movimento 5 Stelle e la Lega, che ora viene combattuta anche a colpi di filmati sulla Superstrada Pedemontana Veneta: in un video il pentastellato Jacopo Berti sostiene che non esista il casello della tratta A31-Breganze di cui da mesi è attesa l'inaugurazione, ma un contro-video rilanciato dal leghista Nicola Finco mostra il transito sui primi sette chilometri proprio attraverso la struttura di pagamento ormai ultimata. Sullo sfondo delle accuse reciproche di bugie, abbiamo chiesto all'ingegnere Elisabetta Pellegrini, direttore della struttura di progetto della Spv, di fare il punto della situazione: «Stiamo completando le procedure che varranno poi per l'intera infrastruttura ci ha risposto per cui a breve contiamo di aprire la barriera, che è pronta da circa un anno e annuncio che si chiamerà Valdastico. Immagino che la zona mostrata dal consigliere regionale Berti sia dalla parte opposta, dove abbiamo accolto la richiesta di variante presentata dal sindaco, per cui siamo in attesa dei pareri dei tre ministeri coinvolti».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
M5s-Lega, guerra di filmati sulla Spv: «Quel filmato gaffe dei pentastellati»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-03-06 14:55:22
dovete prima spiegare ai signori 5 stelle dove si trova la val D'Astico e poi sentiamo cosa dicono a meno che..... non ce ne sia una anche al Sud
2019-03-06 14:53:16
dovete prima spiegare ai signori 5 stelle dove si trova la val D'Astico e poi sentiamo cosa dicono a meno che..... non ce ne sia una anche al Sud
2019-03-05 16:16:02
effettivamente circa dieci giorni fa il casello di breganze non aveva ancora il tetto ma il resto, vedendolo da fuori, mi pareva tutto finito. quello della foto sopra forse è il casello di barriera. comunque i grilloni si mettano il cuore in pace, i lavori stanno proseguendo alla grande e se il primo tratto viene aperto anche a giugno l'importante è che tutto il resto vada avanti. perchè il signor berti non va a parlare di giusti costi alla raggi o alla salerno reggio tanto per fare due esempi a caso? questa strada è essenziale all'economia del veneto come lo era il passante che è costato uguale pur non avendo gallerie e meno zone abitate da attraversare. perchè se prendiamo la pedemontana vediamo che in molti tratti si è dovuto fare una statale parallela ex novo per il traffico locale come appunto la gasparona ed il tratto da montecchio in su.