I carabinieri fanno nascere una bambina in auto: avvolta in una giacca, si chiama Caterina

Giovedì 30 Settembre 2021
Foto di esudroff da Pixabay
2

TRENTO - La scorsa notte i carabinieri di Riva del Garda hanno prestato soccorso ad una coppia di origini tedesche, partita di Tremosine (Brescia) e diretta all'ospedale di Arco, aiutando mamma e papà a far nascere una bambina. Alla donna, in dolce attesa, si erano infatti rotte le acque e durante il viaggio le doglie sono diventate sempre più incalzanti tanto da lasciare intuire che la piccola stesse per nascere. Fortunatamente la coppia ha incrociato una gazzella dell'Arma e ha chiesto aiuto ai militari.

Preso atto del fatto che la donna fosse in una fase ormai avanzata del travaglio e che mai avrebbero fatto in tempo a raggiungere l'ospedale in sicurezza, i carabinieri hanno allertato il 118 e si sono fatti indicare come assistere al meglio la partoriente. I carabinieri, seguendo le indicazioni del personale sanitario al telefono, hanno controllato che il cordone ombelicale non si attorcigliasse al collo della neonata, dopodiché a hanno avvolta nella giacca a vento in dotazione, non avendo altro a disposizione per proteggerla dal freddo. I genitori hanno voluto chiamare la piccola Caterina, proprio come la via di Arco dove la piccola è venuta alla luce. Una volta arrivato sul posto il personale del 118, mamma e figlia sono state trasferite in elisoccorso presso all'ospedale Santa Chiara di Trento. 

Ultimo aggiornamento: 14:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA