Migranti, Fedriga scuote il governo:
«Da settembre ingressi in aumento,
ripristinare i controlli al confine Est»

Massimiliano Fedriga
TRIESTE - Immigrazione, allarme del presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. «Abbiamo fatto un appello pubblico al governo e oggi l'assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti, ha inviato una lettera al ministro dell'Interno per sollevare le criticità che viviamo su questo confine e per incentivare una scelta che vada verso il riaffermarsi dei controlli congiunti e magari potenziarli».

Lo ha reso noto il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. «Penso - ha spiegato Fedriga a margine di un incontro oggi pomeriggio a Trieste - che sia un passaggio fondamentale, perché da inizio settembre abbiamo avuto moltissimi ingressi e si è riaperto soprattuto il confine goriziano» che, ha precisato, «non vedevamo meta di passaggi da diversi mesi». Quanto alla disponibilità di ascolto da parte del governo sul tema il governatore dice: «voglio essere ottimista».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 2 Ottobre 2019, 21:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Migranti, Fedriga scuote il governo:
«Da settembre ingressi in aumento,
ripristinare i controlli al confine Est»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-10-03 08:43:41
Non sono leghista ma Fedriga ha ragione, tra le altre cose la Francia, la Germania e l'Autria respingono in Italia i Pakistani ed Afghani che passano attraverso paesi Schengen come la Grecia e la Slovenia. Se non vengono bloccati lì bisognerebbe reintrodurre i controlli sui confini e non solo ai valichi ma su tutta la fascia confinaria!
2019-10-03 06:56:52
Ma il ruolo della sua regione qual'e'? visto che e' la sua regione che confina con l'est,guardare che entrino? da qui si deve capire che l'ente regione e' solo un carrozzone mangiasoldi