Anche l'Esercito in Cadore: al lavoro su strade e gruppi elettrogeni

Sabato 3 Novembre 2018
Mezzi dell'Esercito all'opera nel Bellunese

BOLZANO - Anche l'Esercito è impegnato, in coordinamento con la Protezione Civile, negli interventi in emergenza nelle zone colpite dalla catastrofe naturale del 29 ottobre e dei giorni successivi. In Cadore sono intervenuti i militari del 2° reggimento genio guastatori di Trento, del genio ferrovieri di Bologna e del 3° reggimento genio di Udine con i loro assetti specialistici per concorrere al ripristino della viabilità, per interventi in emergenza e per monitorare i livelli dei fiumi a rischio esondazione.

Coordinati dal Comando Forze Operative Nord in collaborazione con i Vigili del Fuoco, i militari hanno contribuito a liberare le strade di maggior scorrimento dai detriti lasciati dal nubifragio ad Auronzo, Falcade, Rocca Pietore, Gosaldo; nell’area di Feltre hanno messo a disposizione una piattaforma elevabile indispensabile per le potature e gli interventi sui fabbricati. Stanno inoltre portando in Veneto materiali per costruire delle opere di contenimento. Sempre nel Bellunese opera un elicottero da trasporto pesante CH47 dell’Aviazione dell’Esercito insieme a un’autogri del reggimento Lagunari: i due mezzi in coordinamento con l’Enel, hanno da poco ultimato il trasferimento di generatori elettrici in aree prive di energia. 
 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA