Zaia: «Autista ubriaco e recidivo? Subito una legge che punisca ed eviti queste follie»

PER APPROFONDIRE: autista, denis panduru, luca zaia, scuolabus
Zaia: «Autista ubriaco e recidivo? Subito una legge che punisca ed eviti queste follie»
L'autista romeno alla guida dello scuolabus finito fuori strada in provincia di Padova e fermato dai carabinieri dopo essere fuggito è «un dipendente di una cooperativa e ha diversi precedenti»: lo si apprende da fonti del Viminale, le quali sottolineano che il ministro dell'Interno Matteo Salvini «ha ringraziato le Forze dell'ordine per l'efficace intervento e sta seguendo personalmente gli sviluppi della vicenda».

«Sono sempre dell'idea che i processi si facciano nelle sedi opportune, ma qualora risultasse tutto  vero per cui sembra, e sottolineo sembra, che ci fosse uno stato di alterazione da sostanze alcoliche assunte dal conducente, e sembra, torno a sottolineare sembra, ci fosse già un precedente per guida in stato di ebbrezza, dico che, se così fosse, è bene che si prenda in mano la questione a livello nazionale e si legiferi in modo pesante»  afferma il governatore del Veneto, Luca Zaia, dopo i particolari forniti dal Viminale sul conducente dello scuolabus (tale Denis Panduru, 51 anni, ndr) che ha provocato l'incidente e si è ribaltato oggi nel Padovano.

«Chi ha avuto precedenti - non può occuparsi della guida di mezzi che trasportano i nostri ragazzi. Non è necessario andare con la memoria al pullman dato alle fiamme dal conducente e che soltanto per un caso fortuito non si è trasformato in un dramma, per chiedere che, nel caso padovano, si facciamo pure tutte le opportune verifiche ma se risultasse confermato quel che si legge, allora bisogna applicare tolleranza zero. Bisogna chiarire bene a livello legislativo - conclude Zaia - chi può prendere in mano il volante di un mezzo pubblico e chi no, e chiedere a tutte le compagnie di trasporto un serio e approfondito screening sui dipendenti». 

GOVERNO - Sul caso sono intervenuti  subito anche  i ministri  Salvini e Toninelli: «Stringo forte i ragazzi coinvolti nell'incidente dello scuolabus nel padovano, e le loro famiglie. Grazie a soccorritori e forze dell'ordine. Quanto all'autista, positivo all'alcoltest, vedo solo un immediato licenziamento che preceda il corso, spero celere, della giustizia» ha scritto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.




 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Maggio 2019, 19:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Zaia: «Autista ubriaco e recidivo? Subito una legge che punisca ed eviti queste follie»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2019-05-20 09:18:34
il più amato dai padani...........
2019-05-20 07:24:12
Se l'appalto è regolare va mantenuto e se il mezzo è idoneo non va confiscato. In caso contrario Sig. maurizzio le autorità preposte potrebbero lasciarla senza lavoro e sequestrarle la macchina solo perchè lei è antipatico o biondo invece che moro. Siamo nel 2019 smettiamola di fare qualunquismo da due soldi solo perchè lo fa anche il vostro grande capo.
2019-05-20 16:28:04
I contratti prevedono precise regole che vanno rispettate da chi li stipula. Se a guidare un mezzo destinato a trasportare bambini ci metti un ubriacone recidivo, il contratto decade. E ci PAGHI fior di penali. In un mondo civile
2019-05-19 12:50:18
Intanto se alla cooperativa si REVOCASSE OGNI APPALTO pubblico, gia' sarebbe un progresso. E il veicolo, ammesso sia recuperabile va CONFISCATO. Magari domani ci pensano bene ad assumere un soggetto del genere
2019-05-19 07:18:26
Il tegoina è arrabbiato...hahahahahaahahaha sempre dopo..hahahhahaha....mai prima. Basta, finito qui l'impegno del governatore....hahahahahaahahah.....bel lavoro.....comico......ciao enrico..ciao.