Sabato 15 Giugno 2019, 00:00

Alta tensione nella Lega, Salvini esclude i veneti dal vertice del partito

PER APPROFONDIRE: lega, liga veneta, matteo salvini
Alta tensione nella Lega, Salvini esclude i veneti dal vertice del partito

di Alda Vanzan

VENEZIA - Quanti voti ha preso la Lega in Veneto lo scorso 26 maggio? Una valanga, quasi il 50 per cento, con punte che hanno sfiorato il 54 a Treviso. Eppure la Lega veneta negli equilibri di via Bellerio conta poco. Utile a portare acqua, messa in disparte quando è il momento di assegnare incarichi di rilievo. «Salvini ci taglia fuori», è lo sfogo di un colonnello del Carroccio veneto. L'ultima sberla è arrivata ieri. Con la nomina di un terzo vicesegretario federale. Lombardo. Il terzo lombardo su quattro. E con l'annuncio che il commissario della Liga in Veneto non sarà un candidato al consiglio regionale. Il che non solo taglia fuori il capogruppo a Palazzo Ferro Fini Nicola Finco, molto vicino a Zaia, che era in cima alla lista dei papabili, ma aumenta l'isolamento dei regionali. E come se non bastasse nella commissione statuto voluta da Salvini, necessaria per organizzare il nuovo partito, non c'è neanche un veneto.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Alta tensione nella Lega, Salvini esclude i veneti dal vertice del partito
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 43 commenti presenti
2019-06-17 15:09:30
I sinistri se la ridono a vedere le galline starnazzanti e il gallo che le mette sotto e loro mute. Contente loro
2019-06-17 14:16:04
...vedo che i sinistri si sono scatenati nei commenti fatti a sproposito e con le solite "brennere" agli occhi, come dite voi a sproposito "veneti sveieve" il guaio per voi che da mò abbiamo aperto gli occhi e vi abbiamo sgamati, voi e i vostri rappresentanti.-
2019-06-17 12:38:00
Divento triste nel leggere queste notizie di emarginazione dei veneti. D'altra parte sono 30 anni che la lega li prende in giro con il supporto di zaia e di tutta la dirigenza politica leghista veneta, se i veneti non hanno capito fino ad oggi la musica io consiglierei a zaia e salvini di continuare su questa strada e i voti sono assicurati per almeno altri 30 anni. Toscani-Toscani, tu si che sai vedere nel profondo dell'animo veneto. Un consiglio gratuito al PD, bevete prosecco in pubblico un bel selfie e gridate secessione, un bel 40 per cento di voti in veneto non ve li toglie nessuno.
2019-06-17 10:12:17
I leghisti veneti sono un bacino di elettori su cui qualsiasi politico spererebbe di poter contare. Basta aizzarli un po' in campagna elettorale con il gonfalone e rimestare sogni di indipendenza che continuano a votare per chi da anni li dissangua: la Lega. Che è stata al governo a Roma molte volte, e mai ha mantenuto una delle promesse di autonomia. La Lega per lo stato centrale italiano è la garanzia dello status quo. Finché c'è la Lega il presidente è sicuro che niente muterà, e che anzi il processo di integrazione italiano andrà avanti a gonfie vele. Ad esempio, i capitali mafiosi saranno liberi di circolare e investire anche in Veneto, dove sotto i governi Berlusconi-Bossi è arrivata la mafia. I veneti, con la loro morale del testa bassa e pedalare sono troppo impegnati a lavorare per accorgersi che lavorano per qualcun'altro. Poracci.
2019-06-17 00:54:00
Veneti...contate su voi stessi e fondate un Movimento come il SVP alto-atesino...la Lombardia con 12 milioni di popolazione si e' fatta un alleato del potere a Roma e la rossa Emilia e' al diapason con il regime rosseggiante che domina a Roma.Veneti...non potete contare che su voi stessi!