Irpef per pagare la Pedemontana, il Veneto chiede 300 milioni allo Stato

PER APPROFONDIRE: giunta, irpef, pedemontana, regione, veneto
Irpef per pagare la Pedemontana, il Veneto chiede 300 milioni allo Stato
Una mossa per scongiurare l'applicazione, anche per il solo 2018, della maggiorazione dell'addizionale regionale Irpef per coprire i costi della Pedemontana Veneta è stata fatta quest'oggi dalla Giunta della Regione Veneto: si tratta dell'adozione ufficiale di un disegno di legge nazionale di iniziativa regionale da sottoporre al Consiglio per l'approvazione. In sostanza la Regione chiede al Governo e al Parlamento nazionale che venga assegnato al Veneto uno spazio finanziario di 300 milioni di euro nell'ambito degli spazi finanziari (500 milioni di euro) che nella Legge di Bilancio dello Stato 2017-2019 sono previsti a favore delle Regioni per la realizzazione di investimenti. 
 


«Chiediamo solo - fa rilevare il presidente del Veneto Luca Zaia - che, per il completamento della più importante opera pubblica in corso in Italia, lo Stato si assuma la responsabilità di utilizzare il fondo nazionale che ha per l'appunto previsto per gli investimenti del Paese. Non c'è niente da inventarsi; si chiede semplicemente che lo Stato metta mano ad un portafoglio, già previsto nel proprio bilancio, in favore dei cittadini veneti che ogni anno contribuiscono generosamente a tenerlo in piedi, in termini di residuo fiscale. Come Veneto, infatti, col residuo fiscale di un solo anno potremmo finanziare più di una superstrada, senza ricorrere ad addizionali, mutui o altro. L'addizionale Irpef per la Spv - aggiunge - non è una scelta nostra ma è la conseguenza di una disposizione normativa odiosa come il "Fiscal compact". Proprio le ricadute sulla Pedemontana servono a rendere palese quale sia la rilevanza nazionale del Fiscal Compact e l'effettiva sostenibilità di certe regole europee nella vita quotidiana dei cittadini e imprese».

«Da considerare anche - conclude Zaia - che, grazie alla Pedemontana, lo Stato incasserà miliardi di euro di Ires (ex Irpeg), Ire (ex Irpef), Iva. Se lo Stato non fosse tanto ingordo e riconoscesse al Veneto il 50% di tali gettiti fiscali per tutte le annualità di esercizio dell'infrastruttura, la Regione del Veneto come concedente dell'opera potrebbe ripagarsi anche il canone annuo di disponibilità da riconoscere al concessionario dell'opera».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 28 Marzo 2017, 14:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Irpef per pagare la Pedemontana, il Veneto chiede 300 milioni allo Stato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 30 commenti presenti
2017-03-30 12:11:04
Dopo l'approvazione dell'addizionale: 1-se l'opera pubblica e' terminata e' merito dell'amministrazione Regionale, si sgomita il di' del taglio nastro, si usa per le campagne elettorali successive 2-se l'opera e' bloccata ( non solo la pedemontana..anche la metropolitana di superficie..ecc) e' utilissima a tenere accesa la polemica contro il governo centrale, l'invidia per le regioni a statuto speciale, attizzare il referendum. Meglio abolire le regioni..tutte , speciali o normali. Morale...tutto fa brodo...tanto poi a pagare sono i cittadini, molti dei quali purtroppo per Loro nonvedranno ed utilizzeranno...ai posteri...il parere definitivo.
2017-03-29 08:05:56
Il "Veneto" chiede soldi per la Pedemontana? Chi? Che cosa? Tutta la vasta area pianeggiante a sud delle Alpi ha l'ambiente già devastato e acque avvelenate… Sarebbe il caso di non aggiungere disastri a disastri
2017-03-29 07:02:46
Si butta in polemica politica un progetto azzardato...per non pagare pegno elettorale.Se poi cisara'tassazione, la colpae' del governo , dell'Europa, dell'Onu...forse la Cina ci finanzierebbe...poi si ricomprerebbe i capannoni pedemontani di ditte fallite...per poter apporre il "Made in Italy"
2017-03-28 22:06:35
Caro Franco505, non considero un lusso gonfiare le tasche degli amici con i soldi dei contribuenti, mose docet. I soldi, peraltro, vegono travasati prima, con la costruzione, e poi, con i pedaggi.
2017-03-29 16:01:04
Parlo di lusso onesto e con un minimo di utilita'.