Insolvenza Veneto Banca, protesta
al tribunale. Sputi a Lanza /Video

Insolvenza Veneto Banca. E scatta la protesta /Foto Sputi e insulti a Lanza
TREVISO - Oggi è il giorno della verità sul futuro dell'inchiesta riguardante il tracollo di Veneto Banca. In mattinata si è tenuta l'udienza decisiva in merito alla richiesta della Procura di Treviso di dichiarare lo stato di insolvenza dell'ex Popolare, passaggio necessario per contestare successivamente l'ipotesi di bancarotta e dunque per ovviare alla probabile prescrizione della maggior parte dei reati. E in molti si sono presentati questa mattina armati di striscioni davanti al tribunale di Treviso per protestare contro l'ex banca e chiedere di essere risarciti.  Non solo, all'uscita dal tribunale Massimo Lanza, l'ex presidente del Cda di Veneto Banca, è stato ricoperto di insulti e non solo, uno dei manifestanti gli si è avvicinato e gli ha sputato

L'udienza si è conclusa e il giudice Antonello Fabbro si è riservato la decisione.

LA PROTESTA CONTRO LANZA A LO SPUTO
All'uscita del Tribunale si è registrata una protesta con insulti e sputi nei confronti di Lanza, nonostante quest'ultimo sia stato, a differenza dei suoi predecessori, il presidente firmatario dell'avvio di un'azione di responsabilità nei confronti dei precedenti amministratori. Lanza, nella primavera del 2017, gestì anche la fase dell'Offerta pubblica di transazione (Opt), attraverso la quale poco meno del 70% dei titolari di azioni accettarono una «pacificazione» verso l'istituto a fronte di un importo pari al 15% del valore perduto con la svalutazione dei titoli. I contestatori protagonisti della manifestazione, circa una trentina, sono riferibili alle associazioni coordinate dal sacerdote veneziano don Enrico Torta e dall'avvocato trevigiano Andrea Arman.
 


LA CONSULENZA TECNICA
Potrebbe essere una consulenza tecnica chiesta oggi al giudice di Treviso Antonello Fabbro dal pubblico ministero Massimo De Bortoli a stabilire se la ex Veneto Banca, al momento della messa in liquidazione e del passaggio al gruppo Intesa SanPaolo, il 25 giugno dello scorso anno, sia stata o meno insolvente. L'istanza è stata presentata oggi nel corso di un'udienza alla quale ha presenziato l'allora presidente, Massimo Lanza.

In particolare il magistrato dovrà chiarire se la banca sarebbe stata in grado di onorare l'emissione obbligazionaria emessa 10 anni prima nella data fissata per la sua scadenza, cioè il 21 giugno 2017. Così non fosse i vertici dell'istituto potrebbero essere perseguiti anche per il fallimento della banca. In questo caso, i termini per la prescrizione dei reati - e dunque per la possibilità dei risparmiatori "azzerati" dal crollo dei titoli in loro possesso di rivalersi sui responsabili - si sposterebbero molto in avanti, concedendo ai danneggiati maggiori speranze di ottenere una riparazione. Sull'istanza Fabbro si è riservato di decidere. 



 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 19 Aprile 2018, 10:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Insolvenza Veneto Banca, protesta
al tribunale. Sputi a Lanza /Video
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-04-22 08:26:50
"Insolvenza Veneto Banca…", l'ennesima declinazione del nomignolo "veneto" voluto e imposto dalle segreterie romane della DC e del PCI, nel 1970… (della serie: ossessività-compulsiva del nomignolo "veneto")
2018-04-20 11:30:21
Cosa pensano di tutto ciò le Unioni degli Industriali del Veneto che hanno sventrato Veneto Banca e Pop Vicenza. In altre parte d'Italia gli i prenditori il credito se lo sono conquistato sul campo. E Zaia che ne pensa?
2018-04-20 10:55:12
Cosa pensano di tutto ciò le Unioni degli Industriali del Veneto che hanno sventrato Veneto Banca e Pop Vicenza. In altre parte d'Italia gli i prenditori il credito se lo sono conquistato sul campo. E Zaia che ne pensa?
2018-04-19 23:14:48
Ah si ... dimenticavo ... VERGOGNA !!
2018-04-19 22:44:44
VERGOGNA !